Per Piazza Affari un rialzo minimo ma significativo per due motivi 

Le Borse europee hanno frenato anche nella seduta di oggi, ma non tutte. La Borsa di Milano ha chiuso la giornata in rialzo, insieme alla Borsa di Londra. Uniche due a chiudere in territorio positivo.

ProiezionidiBorsa TV

Il listino milanese ha goduto della spinta di due settori in pole position, grazie alle prospettive di ripresa economica in Europa e nel mondo. Per Piazza Affari un rialzo minimo ma significativo per due motivi. Ecco l’analisi dell’Ufficio Studi di ProiezionidiBorsa su quanto è accaduto oggi sui mercati azionari.

La Borsa di Milano torna sopra una soglia psicologicamente rilevante

Partiamo dai dati, che oggi possono darci delle indicazioni utili sulle possibili evoluzioni dei prezzi di domani e della prossima settimana. L’indice Ftse Mib (INDEX:FTSEMIB), ha chiuso in guadagno dello 0,1%. Per Piazza Affari un rialzo minimo ma significativo per due motivi.

Scopri i vantaggi del trading con il leader nel settore
Se riesci a individuare le opportunità quando gli altri non le vedono, noi ti aiuteremo a sfruttarle nel modo migliore.

Scopri di più

Il primo è che l’indice ha chiuso sopra la soglia dei 22mila punti, per la precisione a 22.007 punti. In un precedente articolo, avevamo scritto che il ritorno sopra questo livello, avrebbe permesso di riprendere il camino rialzista interrotto a fine novembre.

Non c’è stata una chiusura sopra i 22.100 punti, come auspicavamo, ma rimane, comunque, un traguardo importante in vista della prossima settimana.

Piazza Affari torna a essere la migliore grazie a due settori in rampa di lancio

Il secondo aspetto significativo della giornata riguarda il confronto con le altre Borse europee. Piazza Affari è stata la migliore. Tutti gli altri indici hanno terminato in ribasso, ad eccezione della Borsa di Londra. A dimostrazione che il listino milanese sta riprendendo forza e, probabilmente, si sta preparando ad un nuovo balzo rialzista.

Da segnalare il buon andamento del comparto bancario e, soprattutto, quello del settore del lusso. Questo ha goduto di una notizia proveniente dalla Cina. L’indice PMI cinese di novembre è salito al massimo degli ultimi dieci anni.

Questo significa che è forte la ripresa economica nel Paese asiatico e, con questa, i consumi. Per il comparto del lusso questa è una ottima notizia. E infatti Moncler ha guadagnato il 2,5%, Brunello Cucinelli il 2,7%, Salvatore Ferragamo il 3%, Tod’s addirittura il 5%.

Approfondimento

Questa l’analisi multidays e il punto sui mercati internazionali dell’Ufficio Studi di ProiezionidiBorsa.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te