Per lunghe fioriture abbondanti e colorate a costo zero basta seguire questi incredibili consigli

Con l’avanzare della stagione primaverile bisogna capire come comportarsi con quei fiori che ad aprile ci hanno deliziati con i loro colori.

Le cosiddette bulbose, infatti, sono ormai sfiorite e si presentano a noi con un aspetto veramente molto triste.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Anche se la prima reazione potrebbe essere quella di svasarle per sostituirle con nuovi fiori di stagione non dobbiamo farlo.

Infatti, non è ancora il momento giusto per estrarre il bulbo, sarebbe preferibile aspettare ancora alcune settimane.

Nel caso in cui si vogliano sostituire tulipani, giacinti e narcisi con nuove piante si potrà fare. Basterà spostare in un’altra posizione i vasi con i bulbi sfioriti, questo consentirà loro di completare il ciclo vitale.

Per lunghe fioriture abbondanti e colorate a costo zero basta seguire questi incredibili consigli

Una volta estratti dal terreno i bulbi sembreranno tutti uguali. Infatti, la fioritura è avvenuta a spese del bulbo che, in questo momento, apparirà piccolo e privo di energie.

Per garantirsi una fioritura abbondante l’anno successivo sarà necessario che il bulbo si ingrossi e recuperi energia. Per fare questo non bisognerà commettere l’errore di eliminare le foglie, come si era spiegato in un precedente articolo (consultare qui).

Quindi, per prima cosa bisognerà recidere lo stelo floreale alla base continuando, però, ad irrigare e concimare il bulbo.

Poi, una volta che le foglie ingialliranno si potrà estrarre il bulbo dalla terra tirando delicatamente e cercando di non lesionarlo. Rimosso il bulbo pulirlo accuratamente eliminando la terra e tagliare via le parti secche e le foglie.

Attenzione, perché una volta estratti dal terreno i bulbi sembreranno tutti uguali. Per questo motivo sarà necessario sistemarli per genere in base alle loro caratteristiche.

Riporre i bulbi in sacchetti di carta, con etichetta, in base alle loro caratteristiche e per genere. Questo aiuterà, l’anno successivo, a capire in quale posizione sistemarli a seconda della specie.

Eliminare i bulbi che presentano aree marce, molli o quelli troppo piccoli.

Dove conservarli

I bulbi, poi, dovranno essere conservati in un sacchetto di carta chiuso in un ambiente asciutto e fresco. Così facendo avranno la possibilità di asciugarsi e di non marcire. Per questo motivo il luogo ideale non dovrà essere umido ma dovrà essere fresco e buio.

Sarà anche possibile trattare i bulbi con un fungicida per eliminare la possibilità che vengano rovinati da eventuali agenti patogeni. Ecco spiegato perché per lunghe fioriture abbondanti e colorate a costo zero basta seguire questi incredibili consigli.

Consigliati per te