Per impedire alle mosche di entrare in casa usiamo queste piante profumate utili in cucina

Ci piacerebbe poter dire che con la fine dell’estate finalmente ci liberiamo di zanzare e mosche. Purtroppo però, queste ultime, se possibile, diventano ancora più fastidiose. Infatti, appena apriamo una finestra per arieggiare, si fiondano subito in casa. A volte lo fanno perché sentono odore di cibo, ma spesso stanno semplicemente cercando un rifugio dal freddo. Come fare allora? Non possiamo certo smettere di aprire le finestre. Altrimenti l’umidità in casa si accumula, rovinando muri e costringendoci a eliminarne le macchie.

Certamente, una soluzione è utilizzare delle zanzariere, ma questo può essere dispendioso sia in termini di tempo che di denaro. E allora per impedire alle mosche di entrare in casa usiamo queste piante profumate utili in cucina che illustriamo qui di seguito. Possiamo utilizzarle in vari modi, posizionando strategicamente delle piantine vive o essiccate. In ogni caso, non solo ci libereremo del fastidioso problema delle mosche, ma spargeremo anche un piacevole profumo dentro casa.

Per impedire alle mosche di entrare in casa usiamo queste piante profumate utili in cucina

Diverse piante aromatiche, fra i tanti pregi, hanno quello di allontanare gli insetti. Possiamo ad esempio posizionare una piantina di basilico alle finestre per scoraggiare le mosche dall’entrare. Allo stesso modo, funziona abbastanza bene la lavanda, la verbena odorosa e la citronella.

In alternativa possiamo utilizzare l’olio essenziale di queste piante, versandone qualche goccia in un profumatore per ambienti. Posizioniamolo vicino al davanzale e attiviamolo quando apriamo la finestra. Dovremmo ottenere lo stesso risultato anche realizzando dei potpourri di aromi, includendo spezie come i chiodi di garofano, pepe nero e l’anice, oltre alle piante essiccate citate sopra. Se mettiamo questo mix in delle ciotole ai lati delle finestre, potremmo aprirle con più tranquillità. Per sprigionare ancora di più il loro aroma tritiamole e sostituiamole con una certa frequenza.

Esiste anche un altro metodo che sfrutta la proprietà repellente della menta ottenendo il doppio risultato di scacciare le mosche e pulire casa. Infatti, possiamo realizzare un detergente naturale per le superfici che sia sgradito agli insetti. Per ottenerlo, mettiamo delle foglie di menta a macerare in un barattolo pieno di aceto di mele per una settimana. Togliamo le foglie e trasferiamo il liquido in uno spruzzino insieme a un po’ d’acqua. Utilizziamo questo mix profumato e igienizzante per pulire le superfici e le mosche se ne staranno alla larga.

Altrimenti, possiamo mettere aceto di mele, sapone liquido e acqua in un barattolo. L’odore dell’aceto attirerà le mosche in trappola, senza lasciargli scampo.

Se desideriamo liberarci dell’umidità aprendo meno le finestre, altro che deumidificatore, ecco le piante da interno per assorbire l’umidità durante l’inverno.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te