Per il fair value è sottovalutato del 90% mentre per i multipli degli utili è sopravvalutato: cosa fare con il titolo DigiTouch?

DigiTouch per il fair value è sottovalutato del 90% mentre per i multipli degli utili è sopravvalutato. È questa la paradossale situazione che si trova a vivere il titolo in questione. Cerchiamo di capire, quindi, quale sia la verità più probabile. Per farlo ci affidiamo all’analisi grafica per individuare i livelli oltre i quali diventa più probabile lo scenario ribassista o quello rialzista.

Il fair value di DigiTouch, calcolato con il metodo del discounted cash flow, è pari a 9,64 euro da confrontare con le attuali quotazioni in area 1,3 euro. Secondo questo parametro, quindi, il titolo potrebbe andare incontro a una performance di oltre il 600% dai livelli attuali o, detto in modo diverso, è sottovalutato del 90% circa rispetto al suo fair value.

Secondo i multipli degli ultimi, invece, DigiTouch quota su valori circa 4 volte superiori rispetto a quelli dei suoi competitors

Se, invece, si guarda alle raccomandazioni dell’unico analista che copre il titolo, il giudizio è comprare subito con un prezzo obiettivo che esprime una sottovalutazione di oltre il 50%.

Vista la varietà di indicazioni non resta che affidarsi all’analisi grafica.

Per il fair value è sottovalutato del 90% mentre per i multipli degli utili è sopravvalutato: cosa fare con il titolo DigiTouch secondo l’analisi grafica?

DigiTouch (MIL:DGT) ha chiuso la seduta del 5 marzo a quota 1,33 euro invariato rispetto alla seduta precedente.

La tendenza in corso è rialzista sia sul settimanale che sul mensile ed è supportata sia dal BottomHunter che dallo Swing Indicator. Tuttavia le quotazioni stanno incontrando non poche difficoltà nell superare area 1,365/1,3 euro. Superato questo ostacolo sul settimanale prima e sul mensile poi, si aprirebbero le porte a una continuazione del rialzo fino in area 2 euro circa, per un potenziale rialzo del 50% circa rispetto ai livelli attuali.

Un prima segnale di debolezza, invece, si avrebbe nel caso di una chiusura settimanale inferiore a 1,26 euro.

Time frame settimanale

digitouch

DigiTouch: proiezione rialzista in corso sul time frame settimanale. Le linee oblique rosse rappresentano i livelli di Running Bisector; le linee orizzontali i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione. Sulla sinistra è mostrato il volume per ciascun livello di prezzo. Il pannello intermedio riporta il segnale di BottomHunter. Il minimo sul time frame considerato è segnato quando è uguale a 1. Il pannello dei volumi mostra il volume scambiato per ciascuna barra confrontato con una media mobile esponenziale zero lag a 20 periodi. Nel pannello inferiore è mostrato lo Swing Indicator che mostra i segnali al rialzo e al ribasso sullo strumento in questione.

Time frame mensile

digitouch

DigiTouch: proiezione rialzista in corso sul time frame mensile. Le linee oblique rosse rappresentano i livelli di Running Bisector; le linee orizzontali i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione. Sulla sinistra è mostrato il volume per ciascun livello di prezzo. Il pannello intermedio riporta il segnale di BottomHunter. Il minimo sul time frame considerato è segnato quando è uguale a 1. Il pannello dei volumi mostra il volume scambiato per ciascuna barra confrontato con una media mobile esponenziale zero lag a 20 periodi. Nel pannello inferiore è mostrato lo Swing Indicator che mostra i segnali al rialzo e al ribasso sullo strumento in questione.

Approfondimento

Venti di ribasso si agitano a Piazza Affari ma la partita sul Ftse Mib Future è ancora tutta da giocare

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te