Per gli esperti quale sarà il destino del dollaro nei prossimi mesi?

Il peso esercitato dalle varie FED, BCE e, ultimamente, anche della Banca centrale cinese (PBoC) sull’economia mondiale è ormai sotto gli occhi di tutti. Da tempo ormai si è capito che sono loro, in alcuni casi, il vero market mover. O comunque quello più forte, soprattutto sul fronte delle valute, compreso il biglietto verde. Per gli esperti quale sarà il destino del dollaro nei prossimi mesi? A tutti è chiaro che il destino del dollaro è in mano alle Banche centrali. L’ultima dimostrazione in ordine di tempo si è vista proprio in queste ultime ore. Infatti non più tardi di ieri, il segretario al Tesoro statunitense, Janet Yellen ha confermato la presenza di un’inflazione alta anche nei prossimi mesi.

Un fenomeno che, per quanto temporaneo, non solo sarà più lungo di qualche mese, come inizialmente prospettato, ma sarà un trend che dovrà essere monitorato. Si tratterebbe, però, di un fenomeno relativamente circoscritto. Infatti la tendenza sul lungo periodo resta quella di una normalizzazione. La sua preoccupazione, però, attualmente si focalizza verso il settore immobiliare. Un settore che sta attraversando un periodo particolarmente stressante anche per via dei prezzi ancora alti sugli immobili. Il che ha già fatto nascere la paura di una bolla in fasce nascente.

Per gli esperti quale sarà il destino del dollaro nei prossimi mesi?

Chi invece ha una visione negativa è Jeffrey Gundlach, CEO di Doubleline Capital, secondo cui l’attuale scenario di inflazione è molto simile a quello già presentatosi negli anni ‘70 con l’amministrazione Carter. Un panorama che, a detta dell’esperto, richiederebbe un intervento da parte della Federal Reserve. Ma Gundlach va anche oltre, parlando di un dollaro ormai condannato. Sul lungo termine, infatti, a causa dell’aumento dei deficit statunitensi (sia commerciale che di bilancio) il biglietto verde subirà un calo sostanziale. Non si tratta di uno scenario immediato, infatti il CEO parla genericamente di medio termine. Ma al di là della data più o meno precisa, per lui i dubbi sono pochi: il dollaro non avrà vita facile.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te