Per garantirsi una buona doccia estiva basta liberare il soffione dal calcare  

Capita di aprire il rubinetto della doccia che il soffione tiri fuori un gettito d’acqua insufficiente, un po’ striminzito e a volte con l’acqua che va in tutte le direzioni. Se capita tutto questo allora c’è qualcosa di ostruito e il modo migliore per garantirsi una buona doccia estiva basta liberare il soffione dal calcare.

L’azione del calcare

L’acqua che scorre dai nostri rubinetti può essere più o meno dura cioè ricca di calcio e magnesio. Quando l’acqua ristagna si uniscono formando un sedimento duro che è il calcare. Difficile da eliminare questo si accumula facilmente ai bordi dei rubinetti, sui vetri della doccia, sotto il cestello della lavatrice e anche nel soffione della doccia o doccetta.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Ce ne accorgiamo perché il flusso dell’acqua diminuisce e il rubinetto non emette più quel caratteristico getto regolare. Il calcare inoltre tende ad accumularsi sempre di più e se non s’interviene può anche ostruire completamente il condotto. Poiché il periodo estivo è quello in cui ci si mette volentieri sotto il soffione della doccia, provvediamo a liberarlo dal calcare accumulatosi durante l’inverno.

Per garantirsi una buona doccia estiva basta liberare il soffione dal calcare

Per liberare il soffione della doccia procediamo nel seguente modo. Abbiamo bisogno d’utilizzare un agente anticalcare che elimini efficacemente l’ostruzione. A questo scopo possiamo prendere l’aceto bianco di vino, in genere già presente in cucina.

La prima operazione da fare è di svitare il soffione della doccia che è mantenuto al laccio. Si versa l’aceto in una vaschetta e s’immerge in essa la doccetta. Si attende qualche ora e poi si rimonta al laccio.

Con un sacchetto di plastica

Se si ha difficoltà a smontare il braccetto della doccia allora si può eseguire la stessa operazione con un sacchetto di plastica. Molto utili sono quelli trasparenti e un po’ lunghi. Si versa l’aceto nel sacchetto e vi si immerge il soffione, poi si blocca il sacchetto attraverso un elastico. Anche con questo sistema si attende qualche ora e poi si prova il gettito d’acqua.

Se i fori del soffione si presentano particolarmente duri da liberare, dopo l’aceto si saranno ammorbiditi. Potremo così provare a disostruirli con l’aiuto di un ago od uno spillo. Ci vorrà un po’ di pazienza ma il risultato è garantito.

Un modo pratico e a basso costo per godere di splendide docce rinfrescanti nel periodo caldo dell’estate.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te