Per fare una colazione sana molti la scelgono salata, proteica o all’americana ma attenzione a questi rischi 

Dire che la colazione è il pasto più importante della stagione sembrerebbe equivalere a dire che non ci sono più le mezze stagioni. Tuttavia, quelle che si travestono da banalità, molto spesso, sono verità.
E non ci sono dubbi sul fatto che fare una colazione sana e nutriente sia il miglior modo per iniziare una giornata. Ed è anche vero che non tutti i nutrizionisti apprezzano la tradizione italiana di scegliere prevalentemente alimenti dolci.

Idee per un pasto sano e nutriente

Questo perché si ritiene che consumare zuccheri semplici possa in qualche modo portare a picchi glicemici. La conseguenza potrebbe essere una certa sonnolenza, nella prima parte della mattinata.
Alcuni professionisti consigliano di abbinare a queste abitudini una fonte proteica o comunque qualcosa di salato. Molte persone, addirittura, per fare una colazione sana, la scelgono interamente salata.

Va detto che, un tempo, la colazione dolce non era la normalità. Tutti i pasti avevano le medesime caratteristiche e la virata verso brioche, merendine e bibite calde zuccherate non è così lontana nel tempo.

Demonizzare, però, le soluzioni dolci e esaltare colazioni salate o proteiche non è la strada giusta. C’è un equilibrio che, in un caso o nell’altro, andrebbe mantenuto. O almeno questo è quello che emerge da ciò che riferiscono molti scienziati.

Per fare una colazione sana molti la scelgono salata, proteica o all’americana ma attenzione a questi rischi

Ipotizzando che si voglia scegliere di mangiare salato a colazione, tutto sarebbe concesso? Ovviamente no. Lo ricorda, ad esempio, la Fondazione Veronesi sulle sue pagine. Perché se gli zuccheri semplici potrebbero non essere un alimento ideale, potrebbero non esserlo anche i grassi saturi. E non lo sarebbe neanche il sale.
L’ipotesi, ad esempio, di mangiare uovo alla coque e pane potrebbe essere gradevole al gusto, ma mangiare uova tutti i giorni non sarebbe il massimo per tutti.

Questo dimostra che non bisogna guardare alla colazione salata, americana come il meglio e alla colazione dolce come il peggio. Basti pensare che oltre Oceano si consuma il bacon per la prima colazione e, quindi, non parliamo di un’abitudine consigliabile ogni giorno.

Potrebbe essere meglio, invece, scegliere carboidrati come i cereali e alimenti preparati con farine non raffinate. Gli zuccheri potrebbero essere recuperati nella frutta fresca o nella verdura. Proteine e grassi sarebbe meglio che provenissero dal latte, dallo yogurt o dalla frutta secca.
Questi sono consigli generici e che, come tali, ricordano che in fondo la colazione potrebbe essere un pasto come un altro. Ragion per cui se si hanno dubbi, necessità particolari o situazioni originali sarebbe sempre meglio rivolgersi al proprio medico o al nutrizionista per avere dei consigli specifici.

L’importante è avere equilibrio e ritagliarsi il giusto tempo per fare colazione, senza saltarla. Può essere utile, ad esempio, applicare al meglio i consigli per mangiare fuori anche quando si è a dieta.

Lettura consigliata

Tutti vogliono perdere peso velocemente, ma ecco perché dimagrire può essere più difficile per alcuni

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te