Per fare tutto l’anno dolci con le pesche fresche ecco i trucchi per averle genuine senza conservanti anche in inverno

La pesca è un frutto amatissimo e tipicamente estivo, che molti amano gustare per il suo sapore fresco e dissetante. È anche l’ingrediente principe di moltissimi dolci e torte, soffici e gustose.

A causa della sua stagionalità, però, diventa difficile gustare il sapore fresco e dolce delle pesche ogni volta che si ha voglia. In inverno si dovrebbero acquistare dei prodotti da serra, trattati con additivi e pesticidi chimici, che di certo non fanno bene all’organismo.
Come risolvere il problema, dunque?

Ebbene, per fare tutto l’anno dolci con le pesche e godersi il loro fresco sapore ogni volta che si ha voglia, c’è un sistema semplice e veloce da poter utilizzare in casa. Bastano soli 3 minuti per mettere in atto questo antico ma efficacissimo rimedio della nonna, un po’ modificato per renderlo ancora più veloce.

Il trucco è quello di sfruttare il sistema della conserva. Una volta le nonne usavano preparare le cosiddette pesche sciroppate. Si fa, in alcune regioni d’Italia, anche con le fragole e altri frutti di stagione.
Grazie a questo metodo, la frutta che di solito è disponibile solo in determinati periodi dell’anno veniva conservata in barattoli di vetro per usi e consumi futuri.

Per fare tutto l’anno dolci con le pesche fresche ecco i trucchi per averle genuine senza conservanti anche in inverno

Ecco, questo sistema funziona in maniera molto simile ed è utilissimo per conservare a lungo, direttamente in freezer.
Si inizia semplicemente con una pentola d’acqua bollente. Le pesche, nella quantità desiderata, vanno fatte bollire in acqua per circa 30 secondi. Mettere, poi, a mollo in acqua fredda e ghiaccio per alcuni minuti.

Questo sistema permetterà di sbucciarle con estrema facilità: la buccia verrà via da sola. 3 minuti nell’acqua gelida basteranno. Attenzione a utilizzare un mestolo forato per prendere i frutti dall’acqua bollente e porli poi in quella gelata. L’operazione non è difficile, ma gli schizzi di liquido oltre i 100 gradi possono essere pericolosi.

Una volta fatte raffreddare le pesche intere, si può procedere a sbucciarle. Sarà davvero semplicissimo con la tecnica appena spiegata: provare per credere. Dopo aver rimosso la buccia, tagliare i frutti a fette grossolane, rimuovendo il nocciolo all’interno. Le fette di pesca vanno adagiate in una ciotola ampia.

A questo punto è ora di passare alla parte clou. Con abbondante zucchero, spolverare i pezzi di pesca. Questo passaggio è fondamentale per creare lo sciroppo e la conserva. Fatto questo bisogna lasciare il tutto a macerare per circa 30 minuti.
Alla fine di questo processo, le pesche sciroppate potranno essere messe comodamente in una bustina da congelatore a chiusura ermetica. Attenzione: conservare le pesche assieme allo sciroppo!
Infine direttamente in congelatore. Dureranno a lungo e all’uso saranno fresche come appena colte e già zuccherate!

Approfondimento

Usiamo le pesche non per farle sciroppate, ma per questo dolce veloce e freschissimo con amaretti e cioccolato incredibilmente goloso

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te