Per evitare il mal di schiena e il mal di testa e correggere gobbe antiestetiche ecco 2 esercizi semplici da fare in casa

Passare tanto tempo al computer a lavorare – o nel caso dei più giovani a giocare – può causare dei fastidiosi problemi di postura. Dolori alla schiena e problemi più gravi sorgono nel tempo, e spesso possono volerci anche anni prima che questi si manifestino. La postura ingobbita non è solo brutta da vedere, è anche problematica per altri aspetti. A lungo andare stare curvi procura problemi anche all’andatura della camminata. I muscoli della schiena e delle gambe ne risentono, e col tempo i dolori possono diventare davvero problematici. In più, la muscolatura si stanca prima e la postura sbagliata provoca emicranie e altri problemi che apparentemente non c’entrano.

Ma per evitare il mal di schiena e altri dolori è opportuno contrastare la cattiva postura. Non solo sedendosi meglio, ma anche facendo qualche piccolo esercizio di stretching e di rieducazione posturale. La “gobba” antiestetica viene definita cifosi, ed è una deformazione tondeggiante della parte alta della colonna vertebrale. Questa causa una compressione indesiderata degli organi interni come cuore e polmoni e può quindi provocare anche difficoltà al respiro e al battito cardiaco. In particolare, respirando peggio, si introduce meno ossigeno e il cervello di conseguenza non è in grado di lavorare al massimo.

Per rimediare non basta forzarsi in una postura diritta, perché dopo pochi minuti inevitabilmente si tornerà a stare curvi. I passi da affrontare sono due: sciogliere i muscoli del petto in modo che siano elastici abbastanza da non “tirare avanti” la postura, e rafforzare quelli della schiena perché lavorino per “tirare indietro” da soli, senza forzature.

Per evitare il mal di schiena e il mal di testa e correggere gobbe antiestetiche ecco 2 esercizi semplici da fare in casa

Il primo esercizio serve appunto a sciogliere e allungare i muscoli del petto. Per prima cosa bisogna trovare un angolo di casa vuoto, dove due muri s’incontrano a 90 gradi. Il piede portante va messo proprio nell’angolo, mentre bisogna poggiare gli avambracci ciascuno su un muro. I gomiti devono essere circa al livello delle orecchie.  A questo punto, piegando il ginocchio della gamba portante, bisogna lasciare che il petto si allarghi e i muscoli si stendano, senza andare troppo “a fondo”.

Quando si avvertiranno i pettorali al lavoro, bisogna tenere la posizione per circa 30 secondi, respirando profondamente. I gomiti si possono alzare o abbassare, per lavorare con muscoli diversi, avendo cura di non andare mai sotto il livello parallelo al pavimento. Per rinforzare i muscoli della schiena invece, si può fare questo esercizio. Appoggiandosi contro un muro bisogna avere cura di toccare con i lombi la parete. La schiena dev’essere dritta e ben poggiata. A questo punto, bisogna poggiare le braccia alla parete tenendole piegate a 90 gradi, a candelabro.

L’esercizio consiste nello stendere le braccia sopra la testa e tornare alla posizione di partenza, 3 set per 15 ripetizioni, muovendosi lentamente. I muscoli della schiena lavoreranno tantissimo e questo esercizio servirà davvero a rinforzarli come pochi altri. È importante non fare le cose di fretta e stare attenti a non forzarsi oltre i propri limiti, seguendo invece naturalmente ciò che il corpo “segnala”.

Lettura consigliata

Perché respirare in questo modo inusuale sarebbe più importante di una camminata all’aperto e potrebbe avere maggiori benefici di certi rimedi naturali

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te