Per evitare che il condizionatore danneggi le piante domestiche, ecco quali consigli seguire

Il condizionatore è un grande alleato che ci aiuta a sopravvivere alle peggiori giornate di caldo e afa. Anche i meno avvezzi ad un clima condizionato, in certi casi sono “costretti” a non rinunciarci. Le piante domestiche, però, come vivono questi repentini cambi di temperatura? La comparsa di foglie ingiallite e cadenti o di macchie strane sono dei chiari segnali che la pianta non sta bene. Per evitare che il condizionatore danneggi le piante domestiche, ecco quali consigli seguire.

Vanno escluse anche tutte le altre cause

Chi ama le proprie piante, si prende cura di loro e ha un occhio vigile sui cambiamenti che esse subiscono. Nel caso dei danni arrecati dal condizionatore, il problema è abbastanza evidente. Se le piante posizionate in un determinato ambiente si sono ambientate bene e senza problemi, ma hanno cominciato ad ingiallirsi subito dopo l’utilizzo del condizionatore, il problema potrebbe dipendere da questo.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Aloe Vera Slim

Chiaramente, è importante procedere per esclusione, considerando anche tutte le altre cause che potrebbero arrecare danni alle piante. Solitamente, le cause più comuni sono i parassiti, le innaffiature troppo abbondanti con ristagni di acqua oppure una errata esposizione solare.

Il getto diretto dell’aria potrebbe danneggiare le piante irreversibilmente

Per evitare che il condizionatore danneggi le piante domestiche è importantissimo verificare che il getto dell’aria non arrivi direttamente sulle stesse. Potrebbe danneggiare le piante anche irreversibilmente. Quelle che si trovano posizionate sotto il getto vanno, quindi, spostate in un altro luogo più protetto. Non è solo il getto dell’aria a fare male alle piante. I repentini cambi di temperatura sono stressanti per le piante e un’eccessiva secchezza dell’aria, data dal condizionatore come dai termosifoni, le può rovinare.

Di tanto in tanto, è bene umidificare l’aria, almeno una volta al giorno. Non tutti i condizionatori sono dotati di questa funzione. Esistono, però, alcuni metodi fai da te. Posizionare lo stendino con i panni umidi nella stanza dove sono posizionate le nostre piante tropicali è un ottimo modo per creare umidità. Questo contrasterà la secchezza dell’aria data dal condizionatore. Anche nebulizzare le piante con uno spruzzino e dell’acqua è un’ottima idea. Non scordiamo che molte delle piante domestiche, soprattutto quelle tropicali, in natura vivono in ambienti umidi.

Anche le innaffiature dobbiamo regolarle in base al clima. In estate, di norma, le piante hanno bisogno di maggiori innaffiature. Se l’ambiente in cui vivono è un luogo in cui spesso la temperatura non è affatto estiva a causa del condizionatore accesso, allora questo principio non vale. Le dovremo innaffiate con maggiore cautela.

Per evitare che il condizionatore danneggi le piante domestiche, ecco, quindi, quali consigli seguire.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te