Per cucinare un buon fondo bruno che renderà i nostri piatti di carne degni di una cucina stellata è questa la ricetta

Per dare il meglio ai fornelli e sfornare piatti eccellenti e gustosi, non si deve trascurare alcun elemento delle pietanze che prepariamo. Ciò richiede dunque la conoscenza di alcune tecniche che potranno fare la differenza tra un piatto davvero riuscito o passabile. Ad esempio, per un dolce da farcire bisognerà sapere come poter addensare una crema pasticciera liquida.

Non meno importanza avranno i condimenti di accompagnamento per i pasti salati, come 3 salse casalinghe per le patatine fritte. In particolare, però, le salse faranno la differenza soprattutto nei piatti di carne, perché oltre a insaporirle ne mitigheranno la secchezza.

Ingredienti economici

Tra le salse per la carne, un posto d’eccezione lo ha il cosiddetto fondo bruno. Una ricetta base che consente però di rendere i nostri piatti davvero prelibati e sfruttando semplici rimasugli di cottura. Quindi, converrà apprendere come fare per cucinare un buon fondo bruno. Grazie a questo potremo dire addio agli arrosti insipidi. In più, alcuni utilizzano tale salsa anche per altri piatti con carne, inclusa la pasta.

Vediamo dunque cosa ci servirà:

  • 1 kg di ossa e scarti della nostra carne;
  • 2 l di acqua;
  • 200 g di carote;
  • 200 g di sedano;
  • 1 spicchio di aglio;
  • 200 g di cipolla;
  • 2 bicchieri di vino bianco o rosso;
  • 3 pomodori;
  • olio extravergine di oliva;
  • sale;
  • timo, alloro, rosmarino o altri aromi.

Per cucinare un buon fondo bruno che renderà i nostri piatti di carne degni di una cucina stellata è questa la ricetta

Per prima cosa, sciacquiamo le ossa sotto l’acqua corrente. Tagliamole poi in tanti pezzi e posizioniamole in una teglia. Riscaldiamo il forno a 200 gradi e inforniamo. Quando i vari elementi saranno ben rosolati, spegniamo. Passiamo alle carote, sedano, cipolle e aglio. Ripuliamoli e tritiamoli finemente.

Prendiamo una pentola abbastanza grande. Inseriamovi le ossa rosolate e gli scarti di carne. Versiamo abbondante olio. Poniamo sul fornello e facciamo rosolare il tutto.

Dopo di che, aggiungiamo il nostro trito. Aggiungiamo il vino e alziamo la fiamma per sfumare. Tagliamo a pezzi i pomodori e uniamoli. Aggiungiamo anche l’acqua e le varie erbette aromatiche, fondamentali per dare sapore e un buon odore. Possiamo anche aggiungervi del pepe o qualche altra spezia di nostro gradimento. Saliamo. Versiamo nella pentola l’acqua.

Durante la cottura si formerà del grasso al di sopra dell’acqua. Dovremo toglierlo servendoci di un mestolo. Manteniamo la fiamma bassa per non far bruciare il tutto e dare il tempo alla salsa di insaporirsi. Dovrà cuocere almeno 2/3 ore. Nel caso l’acqua dovesse calare vertiginosamente durante la cottura, aggiungiamone dell’altra.

Al termine della cottura filtreremo la salsa con un canovaccio o un colino, così da avere un fondo bruno liscio e privo di scarti. Ed ecco che il fondo bruno è pronto da servire in tavola per arricchire di gusto i nostri piatti di carne. Allo stesso tempo, sarà anche un’ancora di salvezza per inumidire una carne troppo stopposa.

Lettura consigliata

Da cucinare in padella con le fettine di carne rossa questa pizzaiola si scioglie in bocca grazie ai segreti degli chef

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te