Per conservare il basilico anche in inverno basta solo questo semplice trucchetto che pochi conoscono

Il basilico è una delle erbe aromatiche più coltivate e apprezzate in Italia. Il suo profumo è inconfondibile e le sue foglie, dal colore verde brillante, sono una vera e propria delizia per il palato, in grado di impreziosire ogni piatto.

Il basilico è una pianta erbacea annuale che proviene dall’Asia, può essere coltivata sia in giardino che in vaso. Molto facile da curare perché non necessita di particolari attenzioni.

Però, se le foglie del nostro basilico diventano gialle e spente basta agire in questi modi e torneranno subito sane rigogliose e profumatissime.

Le sue varietà sono tante. Ad esempio possiamo coltivare il basilico che ha il sapore di limone o quello dal sapore leggermente piccante e molto aromatico.

Metodi classici di conservazione del basilico

Il basilico regala il meglio di sé in estate. Ma possiamo gustarlo anche in inverno, utilizzando dei metodi di conservazione molto semplici. La tecnica più usata è quella del congelamento. Basta lavare il basilico, asciugarlo per bene e posizionare le foglie su un vassoio. Lasciamo per qualche ora in freezer, e una volta congelate, possiamo traferire le foglie nei sacchetti alimentari e conservare nuovamente in congelatore.

Un altro metodo molto utilizzato è quello che prevede la conservazione sotto sale. Una tecnica molto semplice e veloce, ma che ci darà grandi soddisfazioni.

Ancora, possiamo preparare un buonissimo pesto, congelarlo e gustarlo in inverno.

Per conservare il basilico anche in inverno basta solo questo semplice trucchetto che pochi conoscono

Abbiamo descritto poc’anzi alcune delle tecniche di conservazione più utilizzate. Ma ancora, per conservare il basilico anche in inverno basta solo questo semplice trucchetto che pochi conoscono.

Parliamo del metodo che prevede l’essiccazione delle foglie di basilico. Una pratica che ci permetterà di utilizzare la nostra erba aromatica tutto l’anno.

Iniziamo lavando e asciugando per bene le nostre foglie. Posizioniamole su una griglia di acciaio che lasceremo al sole per qualche giorno. Per evitare che gli insetti si poggino sulle nostre foglie, ricopriamo la griglia con una retina. Per utilizzare questo metodo, prediligiamo le giornate calde e poco ventose. Ricordiamo anche di rientrare la griglia durante la notte per evitare che le foglie si inumidiscano.

Quando saranno ben essiccate sminuzziamole e conserviamole in un barattolo di vetro chiuso ermeticamente.

Per rendere più veloce questo metodo possiamo utilizzare un comune essiccatore o il forno, avendo cura di impostare una temperatura molto bassa.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te