Per avere piante belle e rigogliose dentro e fuori casa bisogna occuparsi anche di quest’aspetto, oltre che di acqua e luce

Le piante sono una vera ricchezza. Chi ha la fortuna di poterle coltivare, in giardino o nell’orto, conosce bene il tripudio di bellezza, colore e soddisfazione che regalano.

Niente paura per chi, invece, non possiede “angoli green” all’aperto. Difatti, moltissime specie di piante si adattano perfettamente anche al clima casalingo. Inoltre, sono ideali per arredare anche le stanze più strette e poco illuminate.

Nella rubrica dedicata alla casa e al giardino e firmata ProiezionidiBorsa abbiamo parlato più volte di fiori e piante più adatte a vivere in appartamento.

Alcune specie sono capaci addirittura di alterare la temperatura e riequilibrare il tasso di umidità all’interno degli ambienti. A tal proposito, ecco 3 piante che assorbono l’umidità e sono ideali per arredare ogni bagno.

Specie che portano fortuna

Diverse sono le specie di piante a cui è associata una caratteristica molto singolare, ovvero quella di portare fortuna. Questa pianta, ad esempio, non solo attira soldi e fortuna ma è utile anche in cucina, profuma tutta la casa.

Insomma, le piante possono essere davvero preziose e molto utili. Dunque, una volta scelti, i nostri vegetali andranno curati in modo adeguato.

Sicuramente, conoscere le piante e capire di quanta luce e di quanta acqua hanno bisogno è il primo passo per farle crescere al meglio.

Tuttavia, per avere piante belle e rigogliose dentro e fuori casa bisogna occuparsi anche di quest’aspetto, oltre che di acqua e luce

Creare e ricreare l’habitat giusto per favorire lo sviluppo delle nostre piante è la prima regola per vederle crescere forti e sane. Oltre alla luce, all’acqua e alle sostanze nutritive, le piante hanno bisogno anche di un terriccio adeguato.

Sembra scontato ma in molti sottovalutano questo aspetto. Oltre alla scelta del terriccio giusto, servirà capire quando è giunto il momento di cambiarlo.

Quando è il momento di cambiare il terriccio?

Se le piante crescono lentamente la ragione potrebbe essere nel terreno.
Un altro aspetto da valutare sono le foglie. Se cominciano a cadere o a macchiarsi di giallo o di nero c’è qualcosa che non va. E non è detto che non sia il terreno il vero problema.

Dunque, per avere piante belle e rigogliose dentro e fuori casa bisogna occuparsi anche di quest’aspetto, oltre che di acqua e luce.

Quando non è colpa dell’irrigazione o della luce, occupiamoci di rigenerare il terriccio.
Meglio provvedere a quest’operazione nel periodo autunnale ma va bene anche all’inizio dell’inverno.

Per rigenerare il terriccio si consiglia di aggiungere humus, compost o sostanze fertilizzanti più adatte. Questi prodotti si possono acquistare tranquillamente nel negozi specializzati. Una volta mescolati al terriccio far riposare per circa un mesetto prima di piantare il nuovo arbusto.

Mai provato a disinfettare il terriccio?

Non sempre, però, c’è bisogna di rigenerare il terreno. Nel caso in cui nel terriccio proliferano malattie fungine o parassiti, si consiglia di cospargere del bicarbonato sul terreno. In questo modo si aumenterebbe il pH del terreno eliminando i parassiti.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te