Pensionati in subbuglio: cosa succede?

Hanno letto e riletto lo statino pensionistico di gennaio 2020 senza capire perché l’assegno previdenziale era più basso del dovuto. Una situazione dovuta ad un errore dell’Inps che ha mandato su tutte le furie i pensionati italiani. Non sono mancate le proteste. L’Ente previdenziale ha rassicurato tutti spiegando che l’errore è stato dovuto ad anomalie sui calcoli dei rinnovi.

Cosa è successo

L’errore di calcolo è avvenuto nella trattenuta di inizio anno. L’Inps non è riuscita a metterci una pezza perché si è resa conto dell’errore commesso solo dopo aver emesso gli assegni previdenziali.

Quali pensionati sono stati colpiti dall’errore

Chi percepisce assegni tra 1.405 euro ai 2.010 euro ha visto meno soldi sull’assegno pensionistico. L’Inps, per errore, aveva abolito il Bonus Poletti, sopprimendo così il conguaglio del 2020, che doveva prevedere l’aumento del 2019.

Quando riavranno i soldi che spettano

I soldi sottratti oggi verranno inseriti nei pagamenti della pensione di febbraio. I 100mila pensionati si ritroveranno nell’assegno futuro qualche soldo in più. Stiamo parlando di un taglio involontario di alcune decine di euro.

Le proteste

Stiamo parlando di pochi soldi ma i pensionati parlano di un buco di centinaia di euro sull’assegno. Il consiglio è di verificare in modo preciso l’entità del taglio. In Umbria è stato riscontrato che chi aveva usufruito del cosiddetto Bonus Poletti, nel ricalcolo effettuato dall’Istituto si è visto annullato il bonus del 2019, cosa che ha comportato un debito nei confronti dell’Inps, e si è visto disapplicare il bonus nel 2020, con conseguente diminuzione della pensione.

La mina 2021

Per il prossimo anno dal punto di vista pensionistico si dovrà di nuovo mettere mani. Finisce la sperimentazione di Quota 100 ma ci sarà anche il blocco parziale delle indicizzazioni sulle pensioni.

Più pensioni da erogare, vuol dire più soldi da investire da parte dello Stato: la spesa dovrebbe sfondare i 300 miliardi complici i nuovi pensionamenti anticipati.

La tagliola della Corte Costituzionale

Sul contributo di solidarietà sulle pensioni più alte dovrà esprimersi la Corte Costituzionale. Se la sentenza fosse sfavorevole allo Stato, la spesa pensionistica aumenterà per via dei rimborsi ai pensionati.

Approfondimento

Articoli precedenti sulle pensioni

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.