Pare che per depurare l’organismo e ridurre i livelli di colesterolo possa servire questo cereale, protagonista di un delizioso piatto invernale

Se si soffre di intestino pigro o troviamo di avere spesso difficoltà a digerire, potremmo avere necessità di aumentare il numero di fibre che consumiamo. Il nostro medico saprà darci anche consigli più precisi e prescriverci un trattamento apposito. In ogni caso, gli alimenti ricchi di fibre dovrebbero essere una delle colonne portanti di una dieta sana. Per questo, gli esperti consigliano il consumo di cereali integrali come il farro.

Quest’ultimo, non solo è economico e disponibile tutto l’anno, ma sarebbe anche una eccellente fonte di fibre che aiutano a depurare l’organismo funzionando come lassativo. Sarebbe anche poco calorico e utile per ridurre la quantità di colesterolo cattivo nel sangue. Ma come utilizzarlo? Il farro può diventare il protagonista di gustose zuppe, che possiamo congelare anche per diversi mesi.

Ingredienti

  • 200 g di farro;
  • 2 grosse patate;
  • 3 zucchine;
  • 1 carota;
  • un gambo di sedano;
  • 1 cipolla;
  • brodo vegetale;
  • olio d’oliva;
  • pepe;
  • sale.

Pare che per depurare l’organismo e ridurre i livelli di colesterolo possa servire questo cereale, protagonista di un delizioso piatto invernale

Durante le sere d’inverno, a volte, non c’è niente di meglio di una bella zuppa calda. Usiamo il farro insieme alle verdure e ne avremo trovata una non solo estremamente saziante, ma anche buona e salutare.

Cominciamo la preparazione pulendo accuratamente zucchine, sedano, cipolle e carote dalle parti di scarto, per poi lavarle. Peliamo anche le patate e laviamole con dell’acqua, prima di ridurle a cubetti. Facciamo lo stesso con gli altri ingredienti, a eccezione delle zucchine, che andranno tagliate a rondelle piuttosto spesse.

Mettiamo una pentola su un fuoco dolce e facciamo imbiondire il soffritto di carota, sedano e cipolla con dell’olio d’oliva. Versiamoci dentro anche zucchine e patate, per poi sommergere il tutto con il brodo. Aggiungiamo solo un pizzico di sale, così da poter aggiustare il gusto a fine cottura.

Facciamo cuocere il tutto a fiamma media per circa un quarto d’ora. Poi, aggiungiamo il farro e continuiamo a cuocere per i minuti indicati sulla sua confezione.

A quel punto, la nostra zuppa dovrebbe avere la giusta consistenza, abbastanza densa, ma non troppo. Aggiungiamo una generosa grattata di pepe e una di parmigiano.

Se ne abbiamo fatta in abbondanza, possiamo sempre congelare la parte rimanente per riscaldarla e mangiare un perfetto piatto casalingo anche all’ultimo minuto. Soprattutto se consideriamo che pare che per depurare l’organismo il farro sia proprio l’ideale. Se invece vogliamo provarlo nella sua versione fresca, perché non sostituirla all’insalata di riso?

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te