Padoan: non scontato Weidmann per il dopo Draghi

ROMA (Reuters) – Secondo il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan non bisogna dare per scontato che il successore di Mario Draghi alla guida della Banca centrale europea nel 2019 sarà il governatore della della Bundesbank Jens Weidmann.

L’ipotesi di una banca centrale europea a trazione tedesca ha preso quota dopo la nomina a vice presidente della Bce del ministro dell’Economia spagnolo Luis de Guindos, come Draghi proveniente da un Paese dell’Europa del Sud.

“No”, ha risposto Padoan nel corso di una intervista a La7 alla domanda se non ritenesse scontato che dopo Draghi arrivi Weidmann.

Poi il ministro e candidato del Pd ha aggiunto: “L’Italia gradirebbe la continuazione di una politica che si è rivelata essenziale a salvare la moneta unica”.

“Dovremo sempre essere grati a Mario Draghi perché, con le sue decisioni allora prese con grande coraggio politico, è stata salvata la moneta unica. Se si fosse seguita la regola meccanica come chiesto da altri, non sarebbe successo”, ha concluso Padoan.

Padoan: non scontato Weidmann per il dopo Draghi ultima modifica: 2018-02-21T12:07:04+00:00 da redazione
Sicurezza e affidabilità per il tuo trading professionale con FXDD
Sicurezza e affidabilità per il tuo trading professionale con FXDD

Le Fonti TV

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.