ORO: ripartenza o trappola per tori?

L’Oro ha chiuso la settimana di contrattazioni a $1.252,6 in rialzo del 2,17% rispetto alla chiusura settimanale precedente.

Durante la seduta di venerdì 7 dicembre i prezzi del metallo prezioso hanno toccato il massimo da cinque mesi a questa parte.  Tutto questo mentre il dollaro è scivolato in seguito a dati sull’occupazione più deboli del previsto. La debolezza del mercato del lavoro ha aumentato la possibilità che la Federal Reserve statunitense potrebbe rallentare i rialzi dei tassi di interesse l’anno prossimo.

In questo scenario chi era short sull’oro si sta ricoprendo, senza, però, aprire posizioni long. Questo fa si che nonostante il rialzo del metallo prezioso non sia ancora rafforzato a sufficienza per dar vita a un rialzo duraturo. Della debolezza di questa commodity, nonostante i buoni giudizi delle principali case di affari, abbiamo già parlato in un precedente articolo (Oro: Goldman Sachs “commodities alla riscossa”).

Le previsioni sull’Oro per la prossima settimana secondo un sondaggio di Kitco

L’agenzia di stampa Kitco come ogni settimana fa un sondaggio tra gli addetti ai lavori di Wall Street e il “popolo dell strada” per capire quale sia il sentiment degli investitori.

Come si vede dal grafico riportato qui di seguito, entrambi i campioni vedono per la prossima settimana un prezzo dell’Oro al rialzo.

ORO: ripartenza o trappola per tori? ultima modifica: 2018-12-09T09:03:28+02:00 da redazione

Trova il tuo broker

Tickmill
XM
Ava Trade

Consigliati per te

Le Fonti TV

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.