Oro: fattori macro e proiezioni

A fronte di un significativo rialzo di medio e lungo termine, e dopo un massimo realizzato il 7 agosto, sull’oro si pongono alcuni rilevanti interrogativi.

Diversi fattori macro possono inficiare le sue potenzialità di rialzo?

In un mondo che cambia
Investi a leva nella tecnologia con i nuovi TURBO UNLIMITED su azioni USA di BNP Paribas.
Senza scadenza

Scopri di più

Quali proiezioni possiamo formulare?

Oro: fattori macro e proiezioni

Siamo in presenza di scenari macro, tali da poter pesantemente inficiare il trend rialzista di lungo termine?

Una curiosa notizia, con potenziali effetti ribassisti, è quella riportata in questo articolo, che si riferisce all’ipotesi di poter estrarre oro dalle meteoriti.

Probabilmente possibile, ma non certo considerando un futuro prossimo, in base agli attuali sviluppi tecnologici.

Pertanto fattore non in grado di condizionare un orizzonte, sia pur pluriennale, di medio.

Altri fattori che, in base a taluni analisti, potrebbero avere ripercussioni negative, riconducono soprattutto a due considerazioni.

L’oro non parrebbe più, per un verso, considerato così strettamente correlato al concetto di bene rifugio per periodi di incertezza.

L’oro è ancora un bene rifugio?

E, per altro verso, non si potrebbe considerare come una sorta di valuta di riserva, di riferimento soprattutto in caso di crisi di altri asset.

Anche questi elementi deporrebbero, secondo taluni, a favore di una possibile inversione del trend di lungo in senso ribassista.

A mio personale parere, queste considerazioni sono vere, ma hanno un peso limitato sulle dinamiche dell’oro.

Esistono fattori decisamente più rilevanti, che prevalentemente sono costituiti da alcuni cicli di lungo termine, principalmente rappresentati dai cosiddetti cicli di Kondratieff, di cui abbiamo già parlato in altre occasioni.

Questi cicli nella fase attuale spingono per una maggior forza relativa dell’oro rispetto ad altri asset in ottica di lungo termine, pur non escludendo fasi ribassiste sul metallo giallo. E rientrano, probabilmente, in quegli elementi, quelli cui guardano autentici guru della finanza e dell’asset allocation, come Ray Dalio e Warren Buffett.

Certo, tutti possono sbagliare, anche i guru, ma meglio se certe indicazioni sono confermate dalle loro scelte di portafoglio. E si tratta di guru che, in questo periodo, dopo pesanti liquidazioni dei propri portafogli azionari, hanno invece puntato sull’oro.

Ovviamente, tutto è sempre possibile, ma fino alla mancata violazione di determinati supporti, come evidenzieremo nella analisi che illustriamo nel prosieguo, il trend si deve considerare rialzista.

Analisi con Magic Box e cicli di lungo termine

Iniziamo la parte relativa alla nostra analisi ed alle conseguenti proiezioni da questo grafico a barre mensili.

oro Analisi con Magic Box

Il semicerchio verde rappresenta un ciclo di lungo termine, evidentemente rialzista, visto che i corsi si sono spinti verso quotazioni crescenti sino al loro terzo sottociclo.

In questo terzo sottociclo spesso si trovano anche i massimi dei cicli rialzisti, ma il massimo di lungo potrebbe non essere ancora giunto.

Infatti alcune proiezioni del metodo Magic box indicano un possibile, successivo target in area 2600 (linea orizzontale in alto), mentre un setup temporale viene individuato dalla congiunzione su questo livello con due rette ascendenti, delineate sempre con Magic box.

Tali indicazioni consentono di proiettare un setup verso novembre dell’anno in corso.

Aggiunta di ulteriori trend lines

A questo punto, è utile aggiungere al precedente grafico alcune trend lines, come segue.

oro Analisi con Magic Box e trendlines

Si ricavano, quindi, due canali, uno evidenziato dalle trend lines verdi, e l’altro dalle trend lines rosse.

Possiamo notare che i corsi hanno raggiunto il bordo superiore del canale rialzista meno inclinato, elemento che potrebbe giustificare una fase di correzione.

Ma è anche interessante evidenziare che la retta superiore del canale rosso, maggiormente inclinato, guarda caso si congiunge con le rette della precedente analisi nel medesimo setup temporale e sul medesimo target di prezzo.

Circostanza che conferisce ulteriore valenza probabilistica alle proiezioni, già formulate.

Una freccia rossa segnala queste proiezioni convergenti sui medesimi punti.

Uno scenario alternativo, discendente di medio, passa da una prima rottura importante, quella del minimo della precedente barra mensile, in caso di conferma in chiusura mensile.

Oro tra fattori macro e proiezioni. A sostegno del trend rialzista di lungo in atto importante il supporto costituito dal bordo inferiore del canale verde. La rottura del minimo della precedente barra mensile comporterebbe anche rottura del bordo inferiore del canale rosso, circostanza che proietterebbe i corsi lungo il supporto verde. La successiva rottura eventuale di questo getterebbe una seria ipoteca sulla continuazione del rialzo, ma, ripeto, attenzione già all’eventuale rottura del minimo in area 1757, minimo della precedente barra mensile, che comporterebbe, peraltro, anche la rottura del supporto del canale rosso.

Le conferme di Gann

Le proiezioni verso il target rialzista in area 2600 per/entro novembre 2020, paiono trovare alcune conferme applicando metodi di Gann, come da seguente grafico.

oro e Gann

Nella parte a destra, in alto, notiamo due frecce rosse.

Quella più in alto evidenzia una linea orizzontale bianca, che rappresenta un livello target di Gann, applicando la tecnica del quadrato di range, coincidente con area 2600.

La seconda freccia rossa evidenzia, invece, una retta verticale blu, coincidente con un setup definito dalla tecnica del quadrato di range, sempre per Novembre 2020.

Nella parte inferiore del grafico riscontriamo ulteriori conferme, in base alla tecnica dei cosiddetti angoli zero.

I due cerchi rossi evidenziano i punti in cui alcuni vettori angolari incrociano il livello zero ed un livello, corrispondente al minimo di Dicembre 2015.

Anche tali indicazioni riconfermano il setup di novembre 2020.

Conclusioni sull’oro tra fattori macro e proiezioni

Alcuni elementi macro, comprese teorie al limite del fantascientifico, deporrebbero per una inversione del trend sull’oro.

Di diversa opinione alcuni guru, come Dalio e Buffett, che probabilmente ricomprendono nelle loro analisi alcuni cicli, come quelli di Kondratieff.

L’analisi ciclica, tecnica e proiettiva individua un possibile target in area 2600 per/entro novembre 2020, quale top di un certo rilievo.

Scenario alternativo, in caso di rottura di alcuni supporti, come individuato nel corso della presente analisi.

A cura di Gian Piero Turletti, autore di “Magic Box” e “PLT

 

BNP Turbo Unlimited
BNP Turbo Unlimited

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.