Ora il futuro della nuova auto elettrica sarà diverso grazie all’alleanza Hyundai Apple

Se ne parlava già da qualche mese, ma sembravano voci fantastiche. Nel panorama dell’evoluzione delle auto elettriche, la possibilità di vedere coinvolto il colosso informatico Apple, poteva sembrare un miraggio. Invece, proprio in queste ore tutti i maggiori social e i media hanno ripreso la notizia. Ora il futuro della nuova auto elettrica sarà diverso grazie all’alleanza Hyundai Apple. Il 2027 sarebbe l’anno dell’inaugurazione della nuova vettura. Vediamo di capirci meglio con i nostri Esperti della Redazione.

Un progetto accantonato

L’idea era partita dal colosso americano dei computer nel 2019, avendo come base il progetto innovativo di una nuova batteria. Dietro a questa idea, comunque diversi anni di sviluppo tecnologico e di lavoro serrato. Per partire con questa nuova progettualità, gli scienziati dell’azienda di Steve Jobs avrebbero però trovato una difficoltà in attesa. Dallo studio, infatti, di una classica batteria per auto elettrica, gli ingegneri avrebbero scoperto un nuovo accumulatore. Più potente, maggiormente tecnologico e composto da ulteriori piccole batterie.

L’alleanza strategica

In sostanza, stando a quanto trapelato dallo stesso ufficio stampa americano, i lavori si sarebbero interrotti, sulla falsa riga di quanto era accaduto anni prima col cosiddetto “Project Titan”. Apple, per quanto all’avanguardia, si era trovata da sola a dover affrontare dei costi enormi e senza esperienza diretta nel settore auto. Per questo motivo, l’idea di rivolgersi a una delle fabbriche emergenti, dividendo spesa e progetti. Decisamente, ora il futuro della nuova auto elettrica sarà diverso grazie all’alleanza Hyundai Apple.

Le difficoltà

Le maggiori difficoltà, secondo gli analisti economici internazionali, verrebbero però dai costi molto elevati della vettura. Costi, che, ovviamente, andrebbero poi a ricadere sul prezzo finale in concessionaria. Non solo, perché a fronte di un progetto decisamente evolutivo e interessante, il margine di guadagno sarebbe davvero molto basso. Soprattutto quello calcolato e destinato a Apple. Ecco, perché, per ora il maggiore entusiasmo troverebbe consensi soprattutto da parte coreana e un po’ meno dal versante americano. Comunque, considerando il 2027 come l’anno del lancio sul mercato della vettura, ci sono ancora tempi e margini per migliorare il progetto.

Approfondimento

Come aggiudicarsi un’autovettura ex noleggio all’asta e fare un grande affare

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te