Ora i mercati azionari probabilmente sono diretti verso i minimi dell’anno. I segnali che confermerebbero la fase ribassista

Negli ultimi giorni c’è forte indecisione e fra questi ultimi alti e bassi, gli oscillatori e i grafici sembrano iniziare a dare indicazioni attendibili.  Ora i mercati azionari probabilmente sono diretti verso i minimi dell’anno.

Procediamo per gradi.

Di seguito la previsione per l’anno 2022 su scala settimanale. Come si evidenzia, fino al mese di giugno, è attesa una fase ribassista e in questo semestre dovrebbero segnarsi i minimi annuali.

frattale2022

Quali sono i minimi e i massimi previsti per il 2022?

Dax Future

area dei minimi 14.753/15.505

area dei massimi 17.821/18.607

Eurostoxx Future

area dei minimi 3.864/4.132

area dei massimi 4.922/5.209

Ftse Mib Future

area dei minimi 24.020/25.860

area dei massimi 32.605/33.245

S&P 500

area dei minimi 4.203/4.474

area dei massimi 5.311/5.505.

Ora i mercati azionari probabilmente sono diretti verso i minimi dell’anno. I segnali che confermerebbero la fase ribassista

Nel momento in cui scriviamo i listini azionari analizzati segnano i seguenti prezzi:

Dax Future

15.837

Eurostoxx Future

4.248

Ftse Mib Future

27.305

S&P 500 Index

4.659,03 alla chiusra del 13 gennaio.

Cosa monitorare?

Dax Future

Tendenza ribassista di brevissimo fino a quando non si assisterà ad una chiusura giornaliera superiore ai 15.961. Ribassi duraturi solo con una chiusura settimanale odierna inferiore a 15.844.

Eurostoxx Future

Tendenza ribassista di brevissimo fino a quando non si assisterà ad una chiusura giornaliera superiore ai 4.277,5. Ribassi duraturi solo con una chiusura settimanale odierna inferiore a 4.263,5.

Ftse Mib Future

Tendenza ribassista di brevissimo fino a quando non si assisterà ad una chiusura giornaliera superiore ai 27.610. Ribassi duraturi solo con una chiusura settimanale odierna inferiore a 27.190.

S&P 500 Index

Tendenza ribassista di brevissimo fino a quando non si assisterà ad una chiusura giornaliera superiore ai 4.745. Rialzi duraturi solo con una chiusura settimanale odierna superiore a 4.749.

Se la giornata odierna confermerà lo swing settimanale ribassista, le probabilità sono che il ritraccaimento in corso assuma maggiore forza e possa continuare almeno per un altro 5/7% fino all’area proiettata dei minimi.

Il prossimo setup mensile, calcolato con il metodo proprietario del nostro Ufficio Studi,  scadrà il 25 gennaio e il primo annuale, il 28 marzo.

Da come si arriverà ad essi, verrano dispiegati effetti fino alle successive date.

Nel weekend torneremo sull’argomento.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te