Oltre che depurativo, il decotto di ortica funzionerebbe ottimamente per cervello e cuore ma va preparato con l’aggiunta di queste foglie straordinarie

Gli studi dei ricercatori circa il rapporto esistente tra intestino e cervello sono diventati fondamentali per il nostro benessere.

Ci stanno facendo prendere consapevolezza dell’importanza che il rapporto tra gli organi vitali ha sulla salute.

È il caso dello studio riguardante il meccanismo che bloccherebbe l’ingresso dei segnali delle infiammazioni intestinali nel cervello. Quando questo rimane isolato, le conseguenze potrebbero essere diverse.

Per esempio da ciò potrebbero scaturire ansia e altri disturbi comportamentali.

La causa di questo isolamento sarebbe una doppia barriera, che si attiverebbe in presenza di infiammazioni riguardanti organi periferici come l’intestino.

Prenderci cura di questo equilibrio molto delicato dovrebbe essere un impegno quotidiano.

Proprietà di 4 erbe benefiche

L’utilizzo nella vita di tutti i giorni di erbe, che possiedono proprietà benefiche, potrebbe essere un modo giusto con cui proteggere il nostro organismo. Naturalmente se affiancato da uno stile di vita sano, che comprende una dieta equilibrata e tanto movimento all’aria aperta.

Decotti e tisane possono tornare utili per combattere malesseri di stagione o passeggeri, che alla lunga potrebbero mettere a dura prova il nostro fisico.

Oltre che depurativo, il decotto di ortica ha numerosi benefici soprattutto se integrato con alcune erbe importanti. Esistono in commercio le bustine già pronte per l’infusione, ma è possibile scoprire come farlo da soli in casa ottenendo ottimi risultati.

L’ortica è conosciuta nella medicina popolare per le sue proprietà antinfiammatorie, ma è anche associata al benessere del cuore. Essendo antiossidante, proteggerebbe le cellule dalla degenerazione e aiuterebbe memoria e concentrazione.

Insieme all’ortica, possiamo utilizzare per questo decotto la citronella. Oltre che essere sedativa, questa pianta è molto utile per combattere la stanchezza mentale ma anche i problemi di digestione.

Un’altra erba importante è la rosa canina, le cui bacche sono ricche di vitamina C e flavonoidi importanti per le difese immunitarie e per controllare gli effetti dei radicali liberi. Avrebbe, quindi, importanti effetti sull’invecchiamento sia del cuore che del cervello.

La pianta di ginkgo è forse quella più conosciuta come difesa naturale del cervello, quindi sia per la memoria che per la concentrazione. È un fluidificante del sangue perché ne riduce la viscosità.

Oltre che depurativo, il decotto di ortica funzionerebbe ottimamente per cervello e cuore ma va preparato con l’aggiunta di queste foglie straordinarie

Per preparare il decotto dobbiamo effettuare un’infusione separata, in modo da estrarre da tutte le erbe le proprietà più importanti. Quindi, dopo aver fatto bollire l’acqua, sminuzziamo e trituriamo l’ortica e ne mettiamo in infusione 25 gr per 10 minuti.

Tagliamo le bacche della rosa canina ed eliminiamo i semi che potrebbero irritare l’intestino. Facciamo essiccare e ne mettiamo in infusione 25 gr per 15 minuti.

Quindi mettiamo in infusione 2 foglie di citronella per 5 minuti. Sono tutte foglie che troviamo in erboristeria, quindi il procedimento può essere semplificato comprando i prodotti pronti all’uso.

Infine mettiamo in infusione 2 cucchiaini di ginkgo per 10 minuti.

Uniamo i preparati e consumiamo lontano dai pasti.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te