Oltre alla forma, colore e grandezza del neo attenzione a questi segnali che potrebbero indicare tumore della pelle

Talvolta ce ne dimentichiamo non trattandola come meriterebbe ma la pelle è un organo esattamente come tutti gli altri. Ad essere precisi, anzi, è l’organo più grande del nostro corpo anche se a volte ci passa completamente di mente. Infatti spesso tendiamo a sottovalutare i rischi che si corrono non avendo una adeguata cura e prevenzione nei confronti della pelle. Innanzitutto è sempre fondamentale, soprattutto per i soggetti con pelli e colori chiari, sottoporsi periodicamente a visite di controllo presso un dermatologo. In seconda battuta, quando ci esponiamo al sole, è sempre importante farlo responsabilmente adottando le giuste protezioni secondo alcuni adagi. Ma a cosa è importante fare attenzione.

Diversi tipi di neo

Importante è innanzitutto fare attenzione a forma, colore e superficie dei nei che possono essere di vario tipo. Ne esistono infatti diverse tipologie:

  • nei di Miescher: sono generalmente riconosciuti come nei benigni e tendono a comparire sul volto. Il loro colore varia dallo scuro fino al color carne e sono riconoscibili grazie alla loro forma a cupola. Questi sono nei che non degenerano in un tumore nemmeno a seguito di un trauma.
  • nei di Spitz e di Reed: sono localizzati principalmente su braccia e gambe e possono aumentare di dimensioni molti rapidamente. Pur essendo nei benigni, la loro estensione e colore potrebbero far pensare al melanoma. Generalmente vengono asportati per ragioni estetiche.
  • nei di Unna: sono quelli che crescono nella zona del tronco e crescono estendendosi verso l’esterno. Pur essendo poco estetici anche questa tipologia di neo non degenera in tumore.
  • nei di Clark: sono i nei a cui prestare maggiore attenzione. più grandi del normale e con bordi frastagliati, quelli cosiddetti atipici potrebbero degenerare in melanoma.

Oltre alla forma, colore e grandezza del neo attenzione a questi segnali che potrebbero indicare tumore della pelle

Tuttavia, oltre ai nei che sono sempre importanti da controllare, esistono altre manifestazioni che potrebbero indicare un carcinoma. Nello specifico i raggi ultravioletti del Sole potrebbero dar luogo al carcinoma spinocellulare. Questo tipo di tumore insorgerebbe nelle zone già danneggiate della pelle come ulcere e cicatrici comparendo con pelle arrossata e squamosa con presenza di croste o sanguinamento.

Altri sintomi

Oltre a ciò, anche escrescenze cutanee simili a verruche, che poi potrebbero essere oggetto di sanguinamento, potrebbero tradire la presenza di carcinoma. Dunque, oltre alla forma, colore e grandezza del neo, di fronte a una sintomatologia simili sarebbe necessario rivolgersi ad un esperto. Infatti, come riportato sulle pagine di Fondazione Veronesi, le probabilità di guarigione sono legate alla diagnosi precoce.

Lettura consigliata

Oltre ad evitare formaggi e salumi anche questo gesto sarebbe fondamentale per la salute dei reni

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te