Oltre a semine e trapianti, ecco cosa fare nell’orto ad aprile per averlo rigoglioso con frutta e verdura abbondante e sana

Mancano ormai pochi giorni alle fine del mese di marzo. Con l’ingresso della primavera, la natura si risveglia e chi possiede orti, giardini e piante si troverà presto con diversi lavori da fare. Aprile è un mese molto intenso e ricco di attività che non dobbiamo assolutamente trascurare. C’è chi crede che i lavori nell’orto si limitino a piantare e seminare colture, ma la realtà è ben diversa. Se possediamo un orto ben strutturato ed organizzato, entro la fine del mese dovrà essere quasi tutto coltivato. Questo richiede molto impegno e lavoro che però verrà ripagato con ottimi ortaggi sani e gustosi.

Cosa mettere a dimora

Aprile è il mese perfetto per seminare biete, coste, insalate e legumi come fagiolini e fagioli. Non dimentichiamoci anche di pomodori e peperoni. Parlando invece di trapianti, possiamo trasferire nel terreno le piantine preparate nei mesi precedenti in semenzaio. Tra queste ci sono angurie, melanzane e peperoni. Prima di farlo, assicuriamoci che il terreno sia pronto a ricevere le colture. La terra non dovrà essere troppo bagnata, ma nemmeno troppo secca, e dovrà invece essere ben concimata.

Oltre a semine e trapianti, ecco cosa fare nell’orto ad aprile per averlo rigoglioso con frutta e verdura abbondante e sana

Un lavoro fondamentale da fare in questo mese è la rimozione delle erbe infestanti. Generalmente, nel mese di aprile aumenta la frequenza delle piogge e questa favorisce la crescita delle infestanti. Se non le rimuoviamo, queste rallenteranno il processo di crescita delle nostre colture. Pertanto, occorre tenere sotto controllo la situazione, rimuovendole manualmente e cercando di contrastarne la crescita usando la pacciamatura. Consigliamo di utilizzare la paglia e di applicarla proprio dove abbiamo messo a dimora le colture. Usare la paglia inoltre protegge le piante dagli attacchi dei parassiti e permette di risparmiare acqua. Infatti, questo materiale è capace di mantenere il terreno umido e al riparo dai raggi diretti del sole.

Proteggere da gelate improvvise e da insetti e malattie

Aprile è un mese particolare perché spesso il meteo è ancora parecchio instabile. Per questo motivo, occorre prestare attenzione ad eventuali gelate tardive che potrebbero danneggiare irrimediabilmente l’orto. Potrebbe essere opportuno, per proteggere le nostre colture, utilizzare dei teli di pacciamatura nera oppure in tessuto non tessuto. Per anticipare i tempi di coltivazione di alcuni ortaggi estivi, oppure continuare a coltivare quelli piantati tra febbraio e marzo, possiamo ricorrere alla serra fredda.

Oltre a semine e trapianti, ad aprile c’è molto altro da fare nell’orto. Purtroppo, non solo le gelate possono danneggiare le nostre colture, ma anche insetti e malattie possono darci del filo da torcere. Infatti, con l’arrivo di temperature più miti, si risvegliano diversi parassiti e le piogge possono favorire le malattie da fungo. Per proteggere le piante da orto dalla mosca bianca, ad esempio, possiamo ricorrere all’olio di soia. Basterà diluirne 10 millilitri in un litro d’acqua, agitare la soluzione ed irrorare le piante a circa un metro di distanza. Per altri insetti e parassiti possiamo ricorrere ad infusi di aglio e cipolla, sapone di Marsiglia e olio di Neem. Se agiamo tempestivamente, saranno sufficienti interventi biologici.

Approfondimento

Sembra incredibile ma tenere lontane talpe e topi dall’orto è possibile con questo straordinario trucchetto

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te