Ogni quanto bisogna cambiare lo spazzolino e perché è più spesso di quanto si pensi

Lo spazzolino è uno degli oggetti più famigliari con cui abbiamo a che fare tutti i giorni. Spazzolare con efficacia i denti è la più importante strategia di difesa che abbiamo contro la placca e il tartaro, che possono portare alla formazione di carie. Lo spazzolino aiuta non soltanto a mantenere i denti splendenti, ma anche a donarci un alito fresco (ecco alcuni alimenti che ci aiutano a combattere l’alitosi).

Per questo è importantissimo prendersi cura del nostro spazzolino, e sostituirlo quando perde la sua efficacia. Ma come sapere quando è arrivato il momento di gettare via il vecchio spazzolino e utilizzarne uno nuovo? Ecco ogni quanto bisogna cambiare lo spazzolino e perché è più spesso di quanto si pensi.

SCOPRI L'OFFERTA SPECIALE
Acquista ora XW 6.0 dal sito web ufficiale

CLICCA QUI

Smartwatch

Attenzione agli accumuli di sporco e batteri

I dentisti raccomandano di lavarsi i denti almeno due volte al giorno per due minuti. Per questo, è normale che le setole dello spazzolino si rovinino a causa dell’uso prolungato.

Anche il modo in cui conserviamo lo spazzolino è importante. Dobbiamo sempre lasciarlo asciugare all’aria, per evitare che si formi un ambiente umido in cui possono svilupparsi muffa e batteri.

Lo spazzolino va certamente sostituito se vediamo che si è formato un accumulo di sporco alla base delle setole. Ma anche se le setole sono rovinate o piegate. Questo generalmente avviene entro due mesi di uso dello spazzolino.

Ma esistono anche altri motivi per cambiare lo spazzolino più spesso.

Il dentifricio rovina le setole

Ogni volta che utilizziamo lo spazzolino, le sue setole sono esposte non soltanto al contatto con i nostri denti, ma anche alle sostanze chimiche presenti nel dentifricio. A lungo andare, queste sostanze possono danneggiare le setole, anche se il danno non è evidente a occhio nudo. Per questo, è meglio ricordarsi di cambiare lo spazzolino prima che le setole diventino visibilmente rovinate.

È importante cambiare lo spazzolino anche se un nostro convivente è stato malato, perché germi e batteri possono passare da uno spazzolino all’altro se li teniamo vicini.

Ecco ogni quanto bisogna cambiare lo spazzolino e perché è più spesso di quanto si pensi.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze a riguardo, consultabili qui»)

Consigliati per te