Oggi è una giornata cruciale per la Borsa di Milano

La prima seduta positiva della settimana per Piazza Affari, lascia ben sperare per il proseguimento dell’ottava. Ma soprattutto lascia un cauto ottimismo per come ieri il listino milanese ha conquistato la sua prima seduta positiva, dopo nove giornate in negativo. Ecco perché oggi è una giornata cruciale per la Borsa di Milano. Vediamo cosa attendersi.

I livelli da monitorare

Ieri l’indice Ftse Mib ha chiuso con un rialzo dell’1,4% a 19.357 punti. Se la corsa dei prezzi dovesse proseguire anche oggi, l’indice delle blue chip potrebbe chiudere sopra la soglia dei 19.500 punti. Possibilità che riaprirebbe le speranze per un recupero dei 20mila punti entro la fine della settimana. Questa possibilità ovviamente cambierebbe totalmente il complicato e incerto scenario attuale.

Ma veniamo a quello che potrebbe accadere oggi, considerata una seduta cruciale per ciò che abbiamo scritto sopra. Le possibilità che la Borsa di Milano possa chiudere la seduta in rialzo, è data anche dal contesto delle altre Borse. In questo senso è incoraggiante quanto è accaduto ieri ai listini in Europa. Le Borse del Vecchio Continente hanno chiuso tutte in rialzo, trascinate da un super indice Dax (INDEX-DAX). L’indice della Borsa di Francoforte ha portato a casa un rialzo del 2,7%, mostrando una grande forza.

Oggi è una giornata cruciale per la Borsa di Milano

La sensazione è che ieri siano tornati gli acquisti sui listini del Vecchio Continente, in particolare sulla Borsa di Francoforte. Infatti, è quella che ha le maggiori potenzialità di risalita. Ed è anche rappresentativa della più forte economia del Continente.

Gli acquisti diffusi sulle Borse europee, sono arrivati di riflesso anche sulla Borsa di Milano. Ma sono rimasti esclusi i titoli bancari. Questi rimangono ancora al palo e ieri sono stati ignorati. A Milano sono state comprate soprattutto le azioni industriali, come Fiat, Prysmian, CNH Industriale. Tra i peggiori bancari sono risultati Mediobanca e Banco Bpm. Intesa e Unicredit sono rimaste quasi invariate. Mps ha ceduto il 5%. E non è un caso che lo spread sia rimasto sopra la soglia dei 150 punti.

Per la seduta di oggi, l’obiettivo primario per l’indice Ftse Mib è quello di chiudere in positivo, per rafforzare il tentativo di inversione del trend di breve. Ottima sarebbe una chiusura sopra 19.500 punti. Se arrivasse una chiusura negativa, importante è che comunque i prezzi rimangano sopra la soglia dei 19.000 punti.

Per saperne di più

Ieri è stata una giornata importante per la Borsa. Scopri qui gli aspetti rilevanti della seduta.

I risultati delle previsioni presenti in questo articolo si basano su calcoli statistici spiegati negli ebook pubblicati da ProiezionidiBorsa ed elaborati sulla base dello storico dei prezzi a disposizione. (Ricordiamo, inoltre, di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te