Occhio a questa pianta che può abbellire il giardino ma è velenosa per uomini ed animali

Conosciuta anche come “erba del diavolo”, lo stramonio comune è una pianta molto diffusa e pericolosa.
In Italia la vediamo crescere spontaneamente nei campi e lungo i bordi della strada. Infatti, è ormai considerata una pianta infestante. Anche gli antichi la conoscevano per la sua tossicità e per le sue proprietà allucinogene. Quindi occhio a questa pianta che può abbellire il giardino ma è velenosa per uomini ed animali.

L’apparenza a volte inganna

Nonostante sia una pianta velenosa lo stramonio ha il pregio di avere dei fiori molto belli e vistosi.
Molti, infatti, la utilizzano come pianta ornamentale per il giardino, o per abbellire il terrazzo.
Cresce bene sia a mezz’ombra che in pieno sole, purché sia lontana dal vento forte, dal freddo e dalla grandine. Per questo la loro fioritura inizia in piena estate, fino ad autunno inoltrato.
Una volta piantata si adatta subito al terreno, anche se ha bisogno di annaffiature frequenti perché perde molta acqua.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Se la si vuole coltivare in vaso, ne basta uno di 25-30 cm di diametro per ogni singola pianta. Per aumentare il drenaggio, sul fondo si può impiegare argilla espansa. Anche qui vale il consiglio di annaffiarla molto in estate e di proteggerla dai venti nei mesi invernali.

Cosa la rende velenosa

Lo stramonio è nella lista delle piante velenose, sia per l’uomo che per gli animali domestici.
Quindi in generale si sconsiglia la coltivazione in vaso, se si hanno bambini piccoli o animali che potrebbero ingerire alcune sue parti velenose.
Essa, infatti, contiene alcaloidi, che sono sostanze velenose che creano allucinazioni e morte, nei casi più estremi. A causa di questi motivi, quindi, occhio a questa pianta che può abbellire il giardino ma è velenosa per uomini ed animali.

Nonostante sia pericolosa, viene comunque usata a scopo terapeutico. Ad esempio, nella cura di malattie respiratorie ed asma. Oppure anche in omeopatia, per curare convulsioni, crisi di panico e per placare fenomeni di allucinazione e deliro.
In casi estremi, viene consigliata anche per curare nei bambini disturbi legati all’ansia, alla personalità o iperattività e fobie. Attenzione a non effettuare terapie fai da te, perché può essere altamente nociva se assunta nelle quantità sbagliate.

Consigliati per te