Nuovo bonus Covid per i professionisti

I decreti restrittivi, quelli che hanno imposto chiusure di attività economiche e commerciali, sono stati oggetto di grande pubblicità. Era in effetti necessario che avessero la maggiore diffusione possibile. Però è necessario anche rincuorare le categorie che hanno sofferto pesantemente la situazione economica e che sono ogni giorno alla ricerca di eventuali bonus a loro favore. In effetti è previsto un nuovo bonus anche per i professionisti. I liberi professionisti risultano forse la categoria meno aiutata con interventi economici. Ciò anche perché gli studi professionali non sono stati tenute chiusi a lungo come bar e palestre.

Cosa si intende come nuovo bonus Covid per i professionisti? Per favorire i professionisti il Governo ha pensato di eliminare il riferimento ai codici Ateco che identificano le varie categorie di attività. Finora il codice Ateco era il criterio impiegato per indicare le categorie beneficiarie di un particolare bonus.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Oil Free Fryer, la vera friggitrice ad aria

Scopri il prezzo lancio

Friggitrice Fryer

La seconda idea per favorire i professionisti consiste nell’elargire i bonus indipendentemente dal colore in cui si trova la regione di appartenenza. In effetti prendiamo ad esempio gli avvocati.

Nuovo bonus Covid per i professionisti

È vero che i Tribunali non sono mai stati chiusi, trattandosi di un servizio essenziale. Ma è anche vero che è stato necessario scaglionare gli orari delle udienze per evitare assembramenti. Questo ha comportato un rinvio anche prolungato e ripetuto di tante udienze. Oggi il tariffario degli avvocati è strutturato per fasi. Tendenzialmente prevede una fase di studio per prima cosa. Segue la fase introduttiva ed una istruttoria di raccolta prove. Si termina con la fase conclusiva. Il cliente paga le varie fasi mano a mano che si svolgono.

Quindi i lunghi rinvii che le udienze hanno subito hanno fatto sì che l’avvocato percepisse solo il compenso per la prima fase e poi più niente. Si è allungata la durata dei procedimenti e di pari passo si è allungato il tempo di riscossione per l’avvocato. Ecco che anche questi professionisti hanno risentito le conseguenze della pandemia sugli incassi. Per questo il Governo ha ritenuto corretto elargire dei bonus anche ai professionisti in genere.

Rimane invece fermo l’altro parametro. Si tratta della diminuzione del fatturato rispetto al medesimo periodo dello scorso anno. Il periodo preso a misura di riferimento sono gli incassi del primo semestre 2020. L’anno scorso si considerava come parametro lo scarto di fatturato del solo mese di aprile rispetto all’anno precedente. Suggeriamo di monitorare il sito ufficiale del Governo per verificare eventuali mutamenti rispetto agli annunci.

Consigliati per te