Nuova autocertificazione dal 4 maggio

Le previsioni erano che per l’autocertificazione occorrente fino al 18 maggio, fosse possibile utilizzare il vecchio modulo. Tuttavia, nelle ultime ore il Viminale ha pubblicato il nuovo modello di autodichiarazione. La novità è che questa può essere compilata anche al momento del controllo perché in possesso delle forze di polizia. Inoltre, per agevolare i cittadini, si è specificato che può essere utilizzato anche il modulo vecchio, purchè adattato alle nuove esigenze. Vanno, cioè, barrate le voci non più attuali.

Quindi, gli spostamenti dovranno ancora essere giustificati con il modulo. Tuttavia, per chi va a lavoro si potrà esibire il tesserino. Mentre per chi va a fare sport o nel parco non è necessario il modulo. I controlli saranno mirati principalmente ad evitare assembramenti. Onde fornire qualche spiegazione in più su come redigere il modulo, è bene sapere che se si viene fermati mentre si va a fare visita ad un parente, bisogna utilizzare la casella “necessità”.

Nuova autocertificazione dal 4 maggio

Nella circolare si legge, infatti che: “il provvedimento innova la precedente normativa prevedendo, espressamente, che si considerano necessari, e come tali giustificati, gli spostamenti per incontrare congiunti purchè venga rispettato il divieto di assembramenti e di distanziamento interpersonale di almeno 1 metro. Inoltre, devono essere usate protezioni delle vie respiratorie”. Pertanto, nel modulo di autocertificazione non devono essere indicate le generalità del congiunto ma solo opzionale la casella “necessità”.

Possibilità di allontanarsi da casa

In merito alla possibilità di allontanarsi da casa, dal 4 maggio cambiano le restrizioni. Sarà quindi possibile allontanarsi per corse o passeggiate ma sempre all’interno della propria regione. Sarà possibile, inoltre, continuare quegli allenamenti riconosciuti di interesse nazionale dal Coni. Ciò in modo funzionale alla preparazione alla partecipazione ai giochi olimpici o a manifestazioni nazionali e internazionali.

Per quanto concerne, invece, le normali attività sportive individuali, esse sono consentite in aree pubbliche o private. Ciò, nel rispetto del distanziamento di almeno 2 metri.

Qui è possibile scaricare il modulo della nuova autocertificazione attiva dal 4 maggio

 

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te