Nuotare aiuta a far dimagrire pancia, gambe, cosce e fianchi ed ecco quanti giorni andare in piscina e per quanto tempo farlo

Il nuoto è uno degli sport più completi. Ce lo dicono da quando siamo bambini. È un’attività sportiva che si pratica volentieri durante l’estate.
Dopo una calda giornata trascorsa in ufficio, non c’è niente di più bello che farsi un tuffo in piscina. L’effetto dell’acqua fresca dona un’ immediata sensazione di piacevole benessere.

Una volta in acqua, però, se vogliamo ottenere dei benefici a livello fisico, non dobbiamo semplicemente poltrire. Dobbiamo cominciare a macinare una vasca dopo l’altra.
Soprattutto per chi è all’inizio, nuotare può risultare faticoso. Tuttavia, c’è un lato positivo da considerare. Essendo immersi nell’acqua, non accuseremo il caldo e neppure suderemo. Questo è di sicuro un punto a favore per questa attività sportiva.

È infatti sicuramente più piacevole nuotare che fare esercizi in casa per dimagrire su pancia e fianchi.
Il nuoto è uno sport completo. Anzitutto, ci fa bruciare calorie. Inoltre, va a tonificare e modellare tutte le fasce muscolari.
Ricordiamo inoltre che il passaggio dell’acqua sul nostro corpo agisce come una sorta di massaggio linfodrenante. Per questo motivo, nuoto e acquagym sono attività altamente consigliate per chi soffre di ritenzione idrica o soffre di problemi circolatori. Un grande classico dell’estate sono infatti le gambe e i piedi gonfi.

Premesso ciò, e visti gli indiscutibili lati positivi del nuoto, è bene conoscere alcuni accorgimenti utili per non vanificare i nostri sforzi.

Nuotare aiuta a far dimagrire pancia, gambe, cosce e fianchi ed ecco quanti giorni andare in piscina e per quanto tempo farlo

Se il nostro obiettivo è il dimagrimento, bisogna nuotare seguendo un certo programma di allenamento ben specifico.
La frequenza ideale per cominciare a perdere peso con il nuoto è di 3 sessioni alla settimana. Ogni sessione dovrebbe durare come minimo 40 minuti. Questo è il lasso di tempo che consente di attivare il metabolismo in maniera efficace.

Ovviamente, l’allenamento deve essere continuo. Dobbiamo fare una vasca dopo l’altra, in maniera consecutiva, senza mai fermarci. Se cominciamo ad avvertire un certo senso di stanchezza, piuttosto che fermarci, rallentiamo il ritmo o cambiamo stile. Da un energico stile libero, possiamo ad esempio passare allo stile rana che è ben più calmo e rilassante.

Ulteriori consigli per aumentare l’effetto brucia grassi

Per dare una bella sferzata al metabolismo, non dobbiamo limitarci a fare solo uno stesso stile di nuoto. È bene prevedere un programma di allenamento che alterni vasche in stile libero, dorso e rana. I più esperti possono aggiungere anche il delfino. Ogni stile agisce in maniera diversa su specifiche aree muscolari.
In ogni caso, è fondamentale curare la respirazione perché ci aiuta a tenere il giusto ritmo.

Abbiamo quindi assodato che nuotare aiuta a far dimagrire pancia, gambe, cosce e fianchi, ma è bene sapere come farlo per ottenere risultati soddisfacenti.

Lettura consigliata

Quante calorie si consumano con una energica e divertentissima lezione di acquagym

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te