Novità su acquisti di tisane, infusi e consumo di cibo e bevande, con IVA al 10%

L’Agenzia delle Entrate ha chiarito quando si applica l’IVA al 10% nell’acquisto di tisane, infusi, cibo d’asporto e bevande. I chiarimenti sono divisi in riposta a due interpelli il n. 579 e 581/2020. Analizziamo le Novità su acquisti di tisane, infusi e cibo d’asporto, con IVA al 10%.

I chiarimenti dell’AdE

L’Agenzia delle Entrate, con risposta all’interpello n. 579/2020, ha chiarito che l’IVA al 10% si applica sulla cessione di prodotti per la preparazione di tisane e infusi. Nello specifico, dopo un’attenta analisi delle caratteristiche del prodotto, l’Agenzia ritiene che il prodotto oggetto di commercializzazione (infusi e tisane) è soggetto all’applicazione dell’IVA al 10%. In effetti si legge nell’interpello che il prodotto è presente nella sottovoce Sa 2106 90, al punto 80 della tabella A allegata al DPR n. 633/1972.

INVESTI NEL MERCATO IMMOBILIARE CON UN RENDIMENTO DEL 13,13%
Puoi partire da soli 500 euro!

SCOPRI DI PIÙ

Novità su acquisti di tisane, infusi e consumo di cibo e bevande, con IVA al 10%

Oltre all’applicazione dell’IVA al 10% su cessione di infusi e tisane, l’Agenzia ha esaminato anche il caso dell’applicazione dell’IVA su cibi per asporto e consumo di alimenti e bevande.

L’Agenzia, con risposta all’interpello n. 581/2020, ha precisato come si qualifica l’applicazione dell’IVA per il consumo di alimenti e bevande all’interno di un locale. Nello specifico, ha chiarito che il consumo di alimenti e bevande all’interno di un locale, si identifica come somministrazione.

Quindi, si applica l’IVA del 10%, mentre le cessioni di alimenti e bevande, sull’asporto devono essere considerate diversamente ai fini dell’applicazione dell’IVA, e assoggettate a ciascuna aliquota propria (ordinaria o ridotta).

Al riguardo, l’Agenzia delle Entrate precisa che, quando un’operazione economica comprende più elementi, deve essere considerata come cessione indipendente e distinta e valutata separatamente. L’Agenzia fa riferimento alle sentenze della Corte di Giustizia dell’UE n. C111/05, C461/08, C276/09 del 29 marzo 2007. Queste le novità su acquisti di tisane, infusi e consumo di cibo e bevande, con IVA al 10%.

Infine, sempre sull’applicazione dell’IVA al 10%, ma in ambito diverso, abbiamo esaminato quando è applicabile negli interventi di ristrutturazione edilizia. E’ possibile consultare qui la notizia.

Consigliati per te