Novità ministeriali sul calendario di invio dati con il Sistema Tessera Sanitaria

Nel corso delle ultime settimane lo scadenzario per l’invio dei dati con il Sistema TS ha subito alcune modifiche. Laddove il decreto del 19 ottobre 2020 prevedeva un 2021 con scadenze mensili, oggi lo scenario appare mutato. Sono recenti alcune importanti novità ministeriali sul calendario di invio dati con il Sistema Tessera Sanitaria per l’anno 2021. Di seguito vediamo come si distribuiscono le scadenze per l’anno in corso e quali date rispettare.

Cosa cambia all’invio dati con Sistema Tessera Sanitaria

Nuovo cambio per le tempistiche che riguardano l’invio dati con il Sistema TS. Cosa sta accadendo? Il decreto del 19 ottobre 2020, annunciava un 2021 con scadenze mensili per l’invio dei dati. Questo avrebbe significato che allo scadere di ogni mese ciascun professionista sanitario avrebbe avuto l’obbligo di trasmettere in maniera completa quanto richiesto.

La prima scadenza, difatti, era prevista proprio per lo scorso 1 febbraio 2021, in quanto il 31 gennaio cadeva di domenica. Una comunicazione da parte dell’Agenzia delle Entrate ha diffuso la proroga dei termini spostando la data in avanti di sette giorni. Pertanto, coloro che ancora non avessero ricevuto informazione, è bene che sappiano che hanno tempo fino all’8 febbraio per il primo invio dati. A tal proposito, ricordiamo che i soggetti che hanno l’obbligo dell’invio informazioni con il Sistema TS sono quelli che disciplinano: il D. Lgs. n. 175/2014 e il decreto MEF del 22 novembre 2019. Stando a quanto sinora stabilito, si aggiungono e tali disposizioni delle ulteriori novità ministeriali sul calendario di invio dati con il Sistema Tessera Sanitaria.

Quali sono le nuove date da ricordare per il 2021

Lo scadenzario mensile non ha ricevuto una calda accoglienza da parte degli utenti e dei titolari di partita IVA per il nuovo anno. Alle rimostranze da parte di alcune categorie, il MEF ha deciso di rispondere rimodulando un calendario meno restrittivo. Le nuove scadenze, infatti, avranno un termine semestrale e questo riduce fortemente l’impatto di un repentino e difficoltoso adeguamento alla norma. La Ragioneria Generale dello Stato recepisce il provvedimento del 22 gennaio disposto dall’Agenzia delle Entrate circa la nuova scadenza di trasmissione. Dunque, per mezzo del decreto del 29 gennaio 2021, il MEF annuncia ufficialmente come si procederà per il 2021:

Riferimento dati da inviare con Sistema TS Scadenza prevista
Spese registrate

dal 1° gennaio al 31 dicembre 2020

8 febbraio 2021
Spese registrate

dal 1° gennaio 2021 al 30 giugno 2021

31 luglio 2021
Spese registrate

dal 1° luglio 2021 al 31 dicembre 2021

31 gennaio 2022

 

Secondo quanto prevedono le novità ministeriali sul calendario di invio dati con il Sistema Tessera Sanitaria la scadenza mensile avverrà dal 2022 dunque. Quest’anno si presenta dunque come una fase transitoria di passaggio graduale alla trasmissione mensile. Questo è al momento il calendario che si rende ufficiale salvo ulteriori ed eventuali modifiche.

Approfondimento

Fino a 4.000 euro di multa per i titolari di partita IVA che violano questa norma fiscale

Consigliati per te