Not my President! La protesta dilaga

a cura della Dott.ssa Giovanna Maria Cristina Sambataro dai suoi uffici di Boston Stati Uniti

Che aria tira negli States? Cosa bolle in pentola?

La vittoria di Donald Trump ha superato ogni aspettativa cogliendo di sorpresa il mondo intero. Il nuovo inquilino della Casa Bianca, oltre alla presidenza, è riuscito a raggiungere la maggioranza sia alla Camera sia al Senato. I mercati finanziari, allo stesso modo, dopo una vertiginosa discesa, hanno reagito abbastanza bene dopo il suo primo discorso da Presidente degli Stati Uniti d’America toccando nuovi massimi.

Ma il popolo americano? È realmente felice di essere rappresentato da Trump?

Ovviamente no. Secondo il sistema americano il popolo ha eletto la Clinton, ma i grandi elettori, invece, hanno fatto vincere Trump. Il giorno stesso della nomina a Presidente, infatti, migliaia di persone sono scese in piazza a far sentire il proprio dissenso gridando “Not my President”. Molte le città coinvolte da tali manifestazioni: Baltimora, New York, Chicago, Dallas, Portland, Los Angeles, Philadelphia, Washinton D.C., Boston, etc.

Nonostante il tentativo di Trump di tenere unito il Paese, le proteste continuano a crescere. La gente non pone fiducia alle capacità del nuovo presidente, forse perché non è appoggiato dalle lobbies, oppure perché non segue le politiche seguite da Obama?

La giusta domanda da porsi per capire tali comportamenti è: chi è Donald Trump? E la new entry First Lady?

Donald Trump è un figlio d’arte, dopo aver ereditato cifre da capogiro dal padre, ha costruito un grattacielo al centro di New York e, successivamente, ha intrapreso svariate attività, tra queste il Casinò. I sospetti che non abbia pagato le tasse per alcuni anni, non fa di lui una persona corretta al cospetto del Governo, anzi. Molti sostengono che, nonostante non possegga esperienze politiche, è circondato da un efficiente team.

Il tempo darà le sue risposte.

Melania Trump è la prima First Lady straniera, infatti il suo paese di origine è la Slovenia. In passato è stata una modella e oggi è la terza moglie di Donald. Bella fisicamente ma povera culturalmente, è stata accusata dagli americani di aver copiato intere frasi dette otto anni fa da Michelle. Ad aggiungere altro rumore, è il fatto che sia la prima first Lady che ha posato nuda. Cosa si può aggiungere? Non esiste confronto, Michelle Obama è nettamente diversa.

La semplicità delle loro caratteristiche, pertanto, non nutrono speranze positive negli americani protestanti. A questi fattori, si aggiunge la collaborazione militare con Putin, che non è vista di buon auspicio.

Riuscirà la politica espansiva e protezionistica di Trump a far ribaltare l’opinione pubblica?

Consigliati per te