Non tutti lo sanno, ma i pompon sono stati inventati dai vichinghi, ecco perché

Anche gli oggetti più semplici e banali spesso hanno alle spalle una storia affascinante. Come ad esempio il simpaticissimo pompon, protagonista di berretti e cappelli. In realtà il pompon viene da lontano, sia nel tempo che nello spazio. Questo ornamento che oggi troviamo sui cappelli dei bambini o in mano alle cheerleaders, un tempo era utilizzato da alcuni tra i guerrieri più feroci del pianeta. Stiamo parlando di una famosissima popolazione scandinava. Non tutti lo sanno, ma i pompon sono stati inventati dai vichinghi, ed ecco perché.

Nella società vichinga, infatti, troviamo le prime testimonianze dell’uso dei pompon. Ma come li utilizzavano, e a che cosa servivano? La storia è affascinante. Scopriamola insieme.

Non tutti lo sanno, ma i pompon sono stati inventati dai vichinghi, ecco perché

Le prime testimonianze certe dell’esistenza dei pompon risalgono all’epoca dei vichinghi.

Alcune statuine di epoca vichinga, datate all’incirca all’anno 1000, ritraggono delle divinità con un copricapo dotato di pompon in cima.

Ovviamente per i vichinghi il pompon non era un ornamento simpatico o giocoso, bensì un simbolo di forza che doveva incutere timore agli avversari in battaglia.

Ma a cosa serviva originariamente il pompon? La risposta è allo stesso tempo semplicissima e geniale: pare che il pompon sia stato inventato dai vichinghi per rendere più robuste le cuciture dei loro cappelli di forma conica. I cappelli, infatti, tendevano a scucirsi in cima, e a perdere la loro forma. Il pompon serviva allo stesso tempo per fissare le cuciture, e per adornare il copricapo. In questo modo, i copricapi vichinghi erano utili e robusti, ma anche minacciosi in battaglia.

Nei secoli sono stati riutilizzati in molti modi diversi

Dall’epoca dei vichinghi e fino a tempi recenti, i pompon sono rimasti un simbolo bellico. Gli eserciti di vari paesi, come quello austro-ungarico, o quello francese durante l’epoca napoleonica, facevano uso di pompon come ornamenti nelle divise.

Nel tempo i pompon si sono diffusi anche negli strati più umili della popolazione. I marinai, ad esempio, ne facevano largo uso. La tradizione popolare afferma che i marinai avessero un cappello con pompon per proteggere la loro testa dagli urti negli spazi ristretti delle navi. Negli ultimi secoli, i pompon sono diventati degli elementi puramente decorativi, un modo divertente per riutilizzare i fili di lana avanzati. Ma il pompon resta un oggetto dalla storia antica e nobile. E a proposito di oggetti decorativi le cui origini si perdono nella storia, anche questo elegantissimo accessorio che viene dal passato sta tornando di moda.

Consigliati per te