Non trifolati e neanche panati, ecco come cucinare i funghi in 6 minuti con un intingolo da leccarsi i baffi

Ogni stagione ha le sue specialità e cioè quei cibi tipici che possiamo gustare in una versione unica, realmente fresca.

È vero, i metodi di conservazione esistono e spesso li utilizziamo per fare scorte e conserve.

Tuttavia, mangiare un alimento di stagione appena raccolto per molti non ha prezzo.

In questo periodo, per esempio, troviamo un’abbondanza di funghi per la felicità sia di chi ama stare ai fornelli sia di quelli a cui piace un po’ meno.

Perché queste piccole delizie possono essere impiegate in un’infinità di ricette, anche gourmet, ma spesso sono facilissimi da preparare e si cucinano in fretta.

In questo articolo ne conosceremo un’altra da aggiungere ai nostri ricettari e da consultare ogni volta che non sappiamo cosa fare per contorno e abbiamo poco tempo.

Quindi, non saranno trifolati e neanche panati, ecco come cucinare i funghi in 6 minuti con un intingolo da leccarsi i baffi.

Quali scegliere

Partiamo, innanzitutto, dalla materia prima che andremo a utilizzare.

Il Mondo dei funghi edibili è davvero vasto ma per questa ricetta dovremmo acquistare una tipologia ben specifica.

Si chiamano Pleurotus e sono facilissimi da trovare perché sono tra i più consumati insieme agli Champignons.

Li riconosciamo perché sono grandi e di colore grigio-beige.

Inoltre, sono molto carnosi e tengono bene la cottura rimanendo morbidi dentro ma croccanti fuori.

Il contorno che li vedrà protagonisti è perfetto soprattutto per accompagnare la carne, sia rossa che bianca, oppure la polenta o una purea di patate.

Ingredienti

  • un pacco di funghi Pleurotus;
  • sale;
  • 5-6 cucchiai di olio extravergine d’oliva;
  • 2 cucchiai di aceto di mele;
  • il succo filtrato di mezzo limone;
  • spezie come timo, maggiorana e origano oppure prezzemolo fresco tritato.

La fase di pulitura dei funghi

Prima di passare al procedimento vediamo come pulire questa tipologia di funghi.

Generalmente non sono molto sporchi di terra e quindi potremmo semplicemente pulirli con un panno pulito o con della carta da cucina.

L’importante è farlo da entrambi i lati e anche sul gambo.

Non trifolati e neanche panati, ecco come cucinare i funghi in 6 minuti con un intingolo da leccarsi i baffi

La nostra ricetta propone di cucinare i funghi arrostiti su una bistecchiera rovente e di condirli con un sughetto semplice ma squisito.

Iniziamo proprio da questo.

In una ciotolina uniamo l’olio, l’aceto, il succo del limone e le spezie e mescoliamo per bene con una forchetta.

Una volta pronto, cospargiamo la bistecchiera di sale e facciamola riscaldare per bene.

Disponiamo sopra i funghi e facciamo cuocere 3 minuti per lato.

Appena sono pronti, adagiamoli su una pirofila e, con l’aiuto di un pennello, cospargiamoli con il nostro intingolo.

Infine, se non riuscissimo a cucinarli tutti in una volta, procediamo a poco a poco, sovrapponendoli e condendoli strato per strato.

Approfondimento

Per conservare più a lungo i funghi freschi in frigorifero basta questo trucchetto semplicissimo.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te