Non solo yoga e tisane antistress, ma anche queste straordinarie composizioni di musica classica potrebbero risolvere alcune nostre problematiche di salute

Quando ci sentiamo molto stanchi e pensiamo che la vita si stia accanendo contro di noi, è arrivato il momento di fermarsi. È necessario infatti, a volte, staccarsi dal Mondo esterno e ritrovare pace e serenità. Solo così potremo gustare nuovamente ciò che di bello ha la vita da offrirci.

In nostro soccorso potrebbero giungere le tante discipline olistiche che aiutano a tenere lontano lo stress. La meditazione, la pratica dello yoga sono alcuni esempi. Ma anche tisane rilassanti e antistress possono lenire e calmare il nostro livello di agitazione.

Musica vero toccasana

Pochi sanno però che è l’ascolto della musica classica uno dei principali toccasana per il nostro benessere a 360 gradi. Infatti, ascoltare alcuni brani di Mozart o di Bach produce un enorme grado di rilassamento e non solo quello. Vediamo bene ciò che succede.

Ad esempio, sembrerebbe che la musica di Mozart abbia un impatto rilassante perché riesce ad abbassare la pressione sanguigna. Riuscirebbe inoltre ad agire anche sulla nostra memoria e allevierebbe il dolore.

È il ritmo della musica più lento o meditativo che crea l’effetto cosiddetto rilassante.

Ridurre i livelli di stress con l’ascolto di una sonata di Mozart o di Beethoven è dunque possibile. Ma anche Strauss o alcune opere di Wagner avrebbero potenzialità enormi.

Quando, durante la corsa o gli allenamenti, mettiamo in cuffia canzoni di musica leggera con un ritmo molto alto e sostenuto ci sentiremo all’altezza della situazione. Probabilmente daremo il meglio di noi e questo è l’effetto che produce la musica.

La stessa cosa, ma al contrario, accade con l’ascolto della musica classica, che riuscirà a farci rilassare e a produrre anche dopamina, l’ormone della felicità.

Non solo yoga e tisane antistress, ma anche queste straordinarie composizioni di musica classica potrebbero risolvere alcune nostre problematiche di salute

È la musicoterapia che studia gli effetti della musica, classica e non, sul nostro cervello. Questo tipo di studi ha sia finalità terapeutiche che preventive e contribuisce a ricostruire uno status ottimale in alcune malattie. In particolare, interviene in alcuni tipi di disturbo psicopatologico e riuscirebbe a migliorare la vita per malati di Alzheimer, autismo e demenza.

Ma non è necessario andare tanto più in là con le conoscenze su questo argomento. Dobbiamo essere dunque consapevoli che ascoltare una sonata di Mozart potrebbe cambiarci l’umore della giornata grazie al suo effetto distensivo.

Non solo yoga e tisane antistress, dunque. Rilassarsi ascoltando un brano di musica classica ci farà tornare come nuovi.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te