Non solo ricetta light ma anche tanto gusto con le scaloppine fatte in casa e cucinate con funghi, limone e vino bianco

Ci sono alcuni piatti che sembrano facili da preparare. Eppure il risultato non è mai scontato, soprattutto se non si hanno le dovute attenzioni. Le scaloppine sono considerate un piatto veloce adatto per chi non vuole sacrificare il gusto e allo stesso tempo affidarsi a una ricetta semplice e poco impegnativa.

Per cucinare un buon piatto di scaloppine bisogna invece analizzare ogni passaggio e dare importanza ai dettagli. Se cucinato nel modo giusto può regalare sorprese inattese.

Non solo ricetta light ma anche tanto gusto con le scaloppine fatte in casa e cucinate con funghi, limone e vino bianco

Il punto di partenza è la scelta del taglio di carne. Per avere tempi di cottura ristretti e alta qualità, la scelta migliore è il girello di manzo o di vitello. Si tratta della parte migliore della coscia, un taglio tra i più pregiati, magro e privo di nervature.

Non tutti marinano la carne prima di cuocerla. Se abbiamo deciso di farlo e vogliamo utilizzare il limone, abbiamo due possibilità. Spremiamo qualche limone in una ciotola e sistemiamo la carne chiudendo con la pellicola trasparente per far durare la marinatura tutta la notte. Oppure senza utilizzare la pellicola, facciamo durare la marinatura solo qualche ora. Dipende dai gusti.

La marinatura è importante perché permette alle proteine di trasformarsi prima che cominci la cottura favorendo la digeribilità.

Il sapore del limone rende più interessante quello della carne quindi se siamo appassionati di gusti acidi possiamo scegliere la marinatura più lunga.

Tagliamo i funghi freschi a fettine dopo averli lavati per bene e scolati, possiamo scegliere porcini o champignon, entrambi sono ricchi di fibre, hanno pochissimi grassi e sono dietetici.

Prepariamo un soffritto con olio e aglio e facciamo cuocere i funghi a fuoco lento aggiungendo il prezzemolo.

Limone e vino possono convivere?

L’acidità del limone non dosato può coprire gli altri sapori. Anche qui è il gusto personale a fare la differenza. Il vino può essere utilizzato durante la cottura dei funghi e separato dalla carne e dal limone. Se invece ci piace sentire i due sapori insieme, infariniamo le fettine marinate e facciamole cuocere in una casseruola dentro cui abbiamo fatto riscaldare qualche cucchiaio di olio. Accompagniamo la cottura bagnando la carne con un bicchiere di vino fino all’evaporazione.

Al momento di infarinare la carne ricordiamoci di utilizzare la farina di mais giallo.

Scuotiamo la carne infarinata per bene prima di metterla nella casseruola in modo che non si creino grumi e aggiungiamo una noce di burro da cuocere a fuoco lento. Aspettiamo che la carne rosoli per qualche minuto prima di versare il vino. Quando la carne sarà pronta aggiungiamo i funghi e lasciamo insaporire. Non solo ricetta light ma anche tanto gusto con le scaloppine fatte in casa e cucinate con funghi, limone e vino bianco per un abbinamento che ci convincerà.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te