Non solo per depressione e attacchi di panico ma anche per chi soffre di ansia potrebbe essere riconosciuto un beneficio con importo fino a 291 euro mensili

L’invalidità civile è riconosciuta al cittadino cui è certificata una riduzione della capacità lavorativa. Non solo per patologie fisiche, quindi, spetta il riconoscimento del beneficio. Anche se spesso si sottovalutano le malattie psichiatriche, il malessere che provocano può essere anche molto profondo. E fino a qualche tempo fa non erano considerate per il riconoscimento dell’invalidità civile. Considerando, però, che molto spesso la vita di chi soffre di ansia, attacchi di panico e depressione è compromessa, le cose sono cambiate. Chi soffre di queste malattie psichiatriche, infatti, molto difficilmente riesce a svolgere serenamente un lavoro e molto spesso risulta inadatto allo svolgimento di alcune mansioni.

Invalidità per malattie psichiatriche

Non solo per depressioni e attacchi di panico può essere riconosciuta l’invalidità civile, ma anche per chi soffre di ansia. Queste patologie psichiatriche, infatti, sono state inserite nell’elenco delle malattia che danno diritto all’invalidità civile. Visto che, in fondo, possono essere anche molto più invalidanti di altre malattie.

Prestiti 2022

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2022

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

L’ansia, ad esempio, è una delle patologie più diffuse nella moderna società e a soffrirne sono moltissime persone. Che oltre a far ricorso a farmaci vivono anche con profondo disagio la condizione in cui si trovano. Il panico o l’ansia possono essere manifestati in maniera differente da persona a persona. Ma quando questo disturbo coinvolge sfera fisica, cognitiva ed emotiva può diventare profondamente invalidante.

Non solo per depressione e attacchi di panico ma anche per chi soffre di ansia potrebbe essere riconosciuto un beneficio con importo fino a 819 euro mensili

L’ansia, quindi, può essere invalidante, soprattutto quando spinge chi ne soffre a modificare le sue abitudini di vita. Infatti può portare sconvolgimenti sia a livello psichico che fisico. Quando diventa un disturbo può risultare anche invalidante interferendo con il lavoro e con la vita sociale provocando malessere psicofisico.

Ovviamente non basta avere una certificazione che attesti di soffrire l’ansia. Perciò è necessario sottoporsi a visita medico legale per capire se l’invalidità che comporta può dare diritto a qualche agevolazione.

Chi soffre di sindrome ansioso depressiva potrebbe avere diritto al riconoscimento dell’invalidità civile nei casi in cui la Commissione ne riconosca la gravità. In base al grado di invalidità riconosciuto, si può avere diritto all’assegno mensile di invalidità civile per invalidi parziali (dal 74 al 99%) di 291,69 euro mensili.

Non è raro, infatti, per chi soffre di ansia ricadere anche nella sfera degli attacchi di panico e proprio per questo riportare sintomatoogie più gravi. Ed in questo caso, se viene certificato lo svantaggio lavorativo lo stato del paziente potrebbe essere considerato invalidante.

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te