Non solo l’aceto di mele ma anche ingredienti a cui pochi pensano per combattere il bruciore agli occhi, la stanchezza della vista e la sensibilità alla luce

Lavorare molte ore di fronte al pc può creare bruciore agli occhi e stancare la vista oltre misura se non si fanno frequenti pause.

Spesso quando siamo immersi nel lavoro non ci rendiamo conto del tempo che passa e quando ci fermiamo i nostri occhi sono sofferenti e ipersensibili.

Le visite oculistiche così come quelle otorinolaringoiatriche sono molto importanti per prevenire infezioni che colpiscono organi delicati sottoposti a particolari stress.

Non solo l’aceto di mele ma anche ingredienti a cui pochi pensano per combattere il bruciore agli occhi, la stanchezza della vista e la sensibilità alla luce

L’affaticamento oculare o astenopia colpisce il bulbo oculare quando un sovraccarico di attività motoria lo sollecita oltre il consentito.

Quando succede, il primo rimedio casalingo a cui pensiamo è l’aceto di mele perché l’acido malico è consigliato per contrastare le infezioni batteriche.

Occorre però fare attenzione. Se si hanno problemi o interventi pregressi è meglio consultare un medico e in ogni caso evitare di produrre i colliri in casa. Ne esistono in commercio di biologici con cui si può stare più sicuri. Sempre meglio chiedere al farmacista se non addirittura al nostro oculista o medico curante. Il fai-da-te in questi casi è sempre sconsigliato. La presenza di residui e la torbidezza del colore ci devono far desistere dalla preparazione casalinga e optare per un prodotto collaudato.

Infuso di camomilla o collirio

Gli impacchi di camomilla sono utilizzati per trattare i sintomi della congiuntivite. Se proviamo bruciore a causa di una leggera infiammazione, questo rimedio casalingo rappresenta una buona soluzione lenitiva. Dopo aver preparato un infuso con i fiori secchi di camomilla e averlo lasciato raffreddare, sciacquare gli occhi arrossati ci darà un sollievo quasi istantaneo.

È un rimedio molto delicato che si può utilizzare anche per i bambini. Se non siamo in casa e soffriamo di un’allergia improvvisa, avere con noi un collirio alla camomilla risolve in maniera rapida il nostro problema.

Il cetriolo e gli impacchi sulle occhiaie

Il cetriolo ha numerose proprietà antinfiammatorie e lenitive tanto che gli impacchi possono essere applicati agli occhi in caso di stanchezza ed anche per le occhiaie.

Sia che la stanchezza ci abbia provocato un gonfiore o che abbia peggiorato un problema di occhiaie, la preparazione delle fettine di cetriolo trattate con il ghiaccio non cambia. Il risultato è garantito. Il cetriolo infatti essendo un vasocostrittore è decongestionante e molto utile in entrambi i casi.

Attenzione alle manifestazioni di sensibilità alla luce

Uno dei sintomi che può precedere la congiuntivite è la sensibilità alla luce. In questi casi è sempre consigliata una visita oculistica, anche se per alleviare i fastidi, prima di capire la gravità del problema, possiamo ricorrere a un altro rimedio momentaneo.

Quindi a darci una mano ci sarà non solo l’aceto di mele ma anche ingredienti a cui pochi pensano per combattere il bruciore agli occhi, la stanchezza della vista e la sensibilità alla luce. Un esempio? L’acqua di rose.

Utilizzandola con un batuffolo di cotone possiamo sfruttare le proprietà antiossidanti per un immediato benessere.

Il contenuto di questo articolo è stato letto, corretto e approvato dal referente scientifico, Dr. Raffaele Biello.
Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te