Non solo gli anziani soffrono di vertigini, per eliminare i giramenti di testa a volte è meglio evitare il pronto soccorso e prendere dei farmaci perchè potrebbero bastare questi esercizi

È davvero brutta la sensazione che si ha quando si soffre di vertigini. Come spiegano anche gli specialisti dell’Humanitas si vive un momento di sbandamento, come se oscillassimo, anche se, in realtà, siamo fermi. Per non parlare di quando si sente anche nausea, vomito, mal di testa, fiato corto, aumento della frequenza cardiaca che peggiorano la già precaria condizione.

Magari, ci alziamo dal letto o dalla sedia e vediamo che tutto ci gira intorno. Se il fatto è isolato, magari, non gli diamo troppo peso, ma faremmo bene a controllare ogni disturbo collaterale e rivolgerci al medico di fiducia. Come suggeriscono dall’Humanitas, i mal di testa inconsueti, la febbre alta, i problemi a vedere, parlare, sentire, sono sintomi da non trascurare. A maggior, ragione, se siamo in età avanzata e siamo svenuti, abbiamo nausea continua e sentiamo del dolore al petto.

Questo studio consiglia due semplici esercizi che potrebbero prevenire

Per fortuna, le vertigini possono essere anche una conseguenza del passare dalla posizione stesa o seduta a quella eretta. Una causa potrebbe essere un brusco calo transitorio della pressione sanguigna quando ci si alza improvvisamente in piedi. Da questo, possono nascere quei capogiri fastidiosi che ci obbligano a risederci o sdraiarci. Una situazione comune a tante persone.  Per sapere cosa fare, visto che non solo gli anziani soffrono di vertigini, ci potrebbe aiutare un gruppo di studiosi.  Infatti, un recente studio dell’Università canadese di Calgary, pubblicato su Heart Rhythm ha cercato di studiare un modo per prevenire il problema.

Non solo gli anziani soffrono di vertigini, per eliminare i giramenti di testa a volte è meglio evitare il pronto soccorso e prendere dei farmaci perchè potrebbero bastare questi esercizi

Sono state coinvolte delle giovani donne, con età media di 32 anni, che avevano mostrato, in passato, sintomi di svenimento quando si alzavano in piedi. A tutte, è stato chiesto di fare dei semplici esercizi alle gambe, sia prima di alzarsi, sia dopo. Si interviene, in pratica, sui muscoli inferiori della gamba e, dai risultati ottenuti sul gruppo di donne, ci sarebbe stata una riduzione di quei sintomi.

In pratica, le donne dovevano, prima di tutto, lavorare, da sedute, sulle cosce, sollevando le ginocchia più volte verso il petto. Successivamente, una volta alzate in piedi, dovevano incrociare le gambe facendo tensione. Pare che, con questi due semplici esercizi, i risultati sulla pressione ci siano stati con relativa riduzione dei sintomi in piedi. In rete, poi, impazzano anche i famosi rimedi della nonna che la gente si sente di consigliare. C’è chi, ad esempio, scioglie il pepe di Cayenna nell’acqua calda e poi beve. C’è anche chi, in caso di vertigine, mette dell’aceto in un batuffolo di cotone e si massaggia le tempie. Infine, c’è chi grattugia della radice di zenzero in acqua bollente e sorseggia il tutto durante la giornata.

In ogni caso, vale sempre la forte raccomandazione di rivolgerci al nostro medico di fiducia che saprà cosa meglio consigliarci.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te