Non solo formaggi o burro ma anche questo amatissimo alimento potrebbe diventare un nemico quando parliamo di colesterolo

Moltissime persone tengono in particolar modo alla propria salute. E fanno di tutto per cercare di proteggerla al meglio delle loro possibilità. Un aspetto, su cui tanti si interessano e tentano di fare del proprio meglio, è quello che riguarda i livelli di colesterolo cattivo nel sangue. Infatti, questo problema attrae una serie di preoccupazioni, che in molti vogliono sopire. Per farlo, innanzitutto, dovremmo controllare in modo costante e preciso i livelli di colesterolo, confrontandoci sempre con il nostro medico di fiducia per fare tutto al meglio. E in più, conoscere alcuni cibi e abitudini, che possono aiutarci, sicuramente può fare la differenza e darci una grande mano.

Non solo formaggi o burro ma anche questo amatissimo alimento potrebbe diventare un nemico quando parliamo di colesterolo

Sono diversi gli alimenti e le azioni che possiamo introdurre nella nostra vita per cercare di migliorare la situazione colesterolo. Per esempio, in questo nostro precedente articolo, abbiamo indicato un cibo che potrebbe aiutarci con il colesterolo alto nel sangue. Oppure, in un altro articolo, abbiamo spiegato quanto dovremmo camminare a settimana per poterne controllare i livelli con sicurezza. Oggi, invece, parliamo di un alimento che non sembrerebbe essere il nostro maggior alleato in questa situazione. E ci concentriamo sugli effetti dei grissini secondo l’Istituto Superiore di Sanità. Infatti, non solo formaggi o burro ma anche questo amatissimo alimento potrebbe diventare un nemico quando parliamo di colesterolo.

Grissini, il cibo sfizioso e delizioso che sarebbe meglio assumere dopo aver chiesto il parere del nostro medico

A quanto pare i grissini non sono esattamente i migliori amici della nostra salute, quando si arriva a parlare di colesterolo. Infatti, questi contengono alcune sostanze che potrebbero rivelarsi non ideali in questo specifico caso. Come spiega l’Istituto Superiore di Sanità, ci sono altri grassi a cui dovremmo stare attenti. In questo caso, parliamo proprio dei grassi trans. Questi ultimi, nello specifico, potrebbero appunto causare un innalzamento dei livelli di colesterolo nel sangue. Solitamente si possono trovare negli alimenti già in natura. Ma a volte possono derivare da un processo di idrogenazione dei grassi insaturi, come nel caso del cibo di cui stiamo parlando.

I grissini si collocano nella classifica dei cibi che possono includere grassi trans. Ciò che possiamo fare in questo caso, quindi, è controllare intanto tutti gli ingredienti e le sostanze contenute nei pacchi che compriamo al supermercato. E, ancor prima, dovremmo chiamare il nostro medico di fiducia per chiedere a lui un consiglio più concreto e sicuro. Infatti, è vero che ritroviamo i grissini tra i cibi sconsigliati dall’ISS, ma un consulto medico basato sulla nostra persona non può mai essere messo da parte.

Approfondimento

Questo cibo che d’estate hanno quasi tutti in casa combatte il colesterolo se assunto così

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te