Non solo d’inverno, il risotto possiamo farlo anche in primavera con questa facile e leggera cottura

C’è il cambio di stagione e così alcuni piatti vengono dimenticati, come se non fosse più il loro periodo. In alcuni casi, questo è vero perché se vogliamo usare le verdure di stagione, allora non possiamo sicuramente mangiare quelle che solitamente troviamo d’inverno. Però molto spesso rileghiamo il risotto solo all’inverno, quando invece possiamo mangiarlo anche in primavera. Durante il periodo estivo può essere più complicato, ma solo perché fa molto caldo. Quindi si preferisce l’insalata di riso, che invece è fredda.

Ma per la primavera c’è un risotto, da leccarsi veramente i baffi, che possiamo cucinare. Non sarà difficile prepararlo e per di più lo andremo a cucinare con un cottura abbastanza particolare.

Una ricetta facilissima da fare e che in realtà non verrà a costarci nemmeno tanto. Vediamo subito, allora, quali sono gli ingredienti di questo risotto.

Come prima cosa prendiamo 200 grammi di riso Carnaroli, poi un solo scalogno, 20 grammi di burro, 2 cucchiai di pesto, che possiamo fare noi oppure comprare già fatto al supermercato, mezzo bicchiere di vino bianco, del parmigiano, del brodo vegetale e ovviamente del sale.

Non solo d’inverno, il risotto possiamo farlo anche in primavera con questa facile e leggera cottura

Prima cosa da fare, per fare il nostro risotto primaverile, è misurare 200 grammi di riso. Per farlo usiamo la bilancia, poi usiamo anche una caraffa di quelle graduate, quelle che solitamente si usano per i liquidi. Versiamo qui i 200 grammi e controlliamo fino a dove arrivano. L’altezza raggiunta è da tenere a mente perché ci servirà per il brodo.

Prepariamo ora il brodo con sedano, carote e cipolla, questo dovrà superare il livello del riso nella caraffa e poi portiamolo a bollore. Puliamo lo scalogno e tagliamolo finemente. Ora prendiamo una pentola a pressione e sciogliamo 10 grammi di burro, mettiamo lo scalogno e facciamo rosolare il tutto.

Poi mettiamo il riso. Sfumiamo ora con il vino che faremo evaporare. Aggiungiamo il brodo, che deve essere filtrato, in una sola tranche. Mescoliamo per bene, copriamo, e attendiamo che la pentola fischi. Quando questa inizia a fischiare, abbassiamo la fiamma che precedentemente avevamo alzato, e dopo un po’ di minuti togliamo la pentola dal fuoco.

Ora, facendo attenzione, apriamo la pentola e facciamo uscire il vapore. Quindi mantechiamo con gli altri 10 grammi di burro, il parmigiano e il pesto. Ed ecco che il nostro piatto è pronto. Dunque non solo d’inverno, il risotto possiamo farlo anche quando fuori splende il sole.

Approfondimento

Soprattutto nella fascia di età che va dai 50 ai 60 anni ecco cosa non deve mancare nella dieta

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te