Non solo con noci e speck ma ecco il segreto per fare degli gnocchi strepitosi

In cucina non sempre si possiede la fantasia per creare dei piatti da leccarsi i baffi. A volte, sappiamo fare alcuni piatti, ma non osiamo cambiare la tradizione per renderli diversi e gustosi. Peccato, perché basterebbe anche un semplice ingrediente, inaspettato, per dare un tocco nuovo alla stessa portata. Noi italiani, ad esempio, abbiamo una predilezione per i primi piatti. Rispetto a tanti altri popoli, per noi il primo è quasi una religione. Difficile che ci si accontenti del piatto unico, magari abbondante.

Gli gnocchi possono avere nomi diversi a seconda della Regione nella quale li mangiamo

Non a caso, la nostra tradizione culinaria, da questo punto di vista, offre delle interpretazioni davvero gustose ai primi piatti. Tanto che, se abbiamo ospiti a cena, non serve preparare spaghetti all’astice per fare una figura da chef. Ci sono diverse soluzioni economiche in cucina per trascorrere una serata conviviale mangiando bene.

Certo, la fantasia fa sempre la differenza. Ad esempio, gli gnocchi sono un piatto dalle diverse interpretazioni, a seconda della Regione. Ad esempio, a Roma è tradizione che si mangino il giovedì. In Campania li chiamano anche strangulaprievete. Se andiamo in Veneto, potrebbero servirci i macaroni, che in Romagna vengono anche chiamati maccheroni di patate.

Come il condimento può fare la differenza

In un modo o nell’altro, sempre di gnocchi di patate stiamo parlando. Diverso, ovviamente, è il modo di prepararli, anche a livello di condimento. Si possono preparare degli gnocchi senza patate o senza uova. Ci sono delle ricette della nonna, anche senza l’uso della bilancia, con vari condimenti. Non solo con noci e speck, ma ecco il segreto per fare degli gnocchi assolutamente insoliti.

Perché va bene condirli con la pancetta, con il ragù di carne, con le zucchine, con la mozzarella in bianco. O preparare dei condimenti light ed estivi, ma possiamo sorprendere i nostri commensali con un ingrediente speciale.

Non solo con noci e speck ma ecco il segreto per fare degli gnocchi strepitosi

Ovvero, preparare degli gnocchi condendoli con zafferano, zola e semi di sesamo. Tra l’altro, è una ricetta davvero semplice da preparare. In un pentolino, infatti, dovremo far sciogliere 100 g di crema di gorgonzola dolce. In particolare, lo zola va sciolto in 50 g di latte e zafferano. Dovremo fare in modo che sia una sorta di cremina. A questo punto, prendiamo i nostri gnocchi e facciamoli bollire. Appena pronti, non dovremo far altro che condirli con questa crema speciale di zola e zafferano, aggiungendo dei semini di sesamo. Serviamo subito.

Lettura consigliata

Si può fare la pizza Margherita in casa con impasto perfetto anche senza questo ingrediente calorico che alcuni utilizzano

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te