Non solo con gamberi e salmone, questa pasta con i pistacchi è più economica ma sempre gustosa con questo mollusco

Con l’arrivo della bella stagione siamo più invogliati a mangiare il pesce, c’è poco da fare. Forse perché la stagione di pesca ci offre varietà più gustose da assaporare fresche. O forse perché già solo questo alimento ci fa sentire un po’ sulla spiaggia a goderci il mare. Fatto sta che, volendo consumarne di più, abbiamo bisogno di nuove ricette da testare. Non soltanto per stupire i nostri ospiti, ma anche per coccolarci con qualcosa di squisito. Un bel piatto di pasta ai frutti di mare con un bicchiere di vino bianco fresco è davvero un sogno. In molti casi però non abbiamo un grosso budget da riservare a questa nostra coccola culinaria. Dobbiamo rinunciare agli scampi, le ostriche o il salmone, non proprio economici. Ma questo non significa che non possiamo sfruttare del pesce meno costoso per dei piatti prelibati.

Non solo con gamberi e salmone, questa pasta con i pistacchi è più economica ma sempre gustosa con questo mollusco

Utilizzeremo il calamaro per questo piatto gustoso, ben bilanciato ma soprattutto veloce da preparare. I calamari non hanno bisogno di cotture lunghe, anzi. Più li cuociamo e più rischiamo che diventino gommosi e perdano sapore. Per questo sono perfetti per questa ricetta pronta in poco più di 15 minuti.

Ingredienti per 2 persone

  • 200 g di scialatielli;
  • 300 g di calamari;
  • 20 g di pistacchi;
  • 1 spicchio d’aglio;
  • prezzemolo;
  • olio EVO;
  • sale e pepe q.b.

Procedimento

Prima di tutto prendiamo i calamari e puliamoli bene, eliminando le interiora, occhi e becco. Rimuoviamo anche la pelle esterna e il supporto trasparente all’interno, che sembra quasi di plastica. Laviamo bene e tagliamo i tentacoli in 4 parti e le teste o ad anelli classici o a pezzetti, a scelta. Tritiamo i pistacchi in maniera grossolana per lasciare il contrasto di consistenze. Mettiamo a scaldare un po’ di olio EVO in padella con lo spicchio d’aglio e un gambo di prezzemolo. Quando l’aglio sarà imbiondito, aggiungiamo i calamari e facciamoli rosolare a fiamma alta per qualche minuto. Abbassiamola leggermente, saliamo e pepiamo a piacere, e proseguiamo la cottura per altri 3 minuti.

Cuociamo la pasta in abbondante acqua salata e poi scoliamola al dente. Scegliamo una pasta fresca che avrà bisogno di pochi minuti di cottura, anche diversa dagli scialatielli, se preferiamo. Trasferiamola nella padella che avremo riacceso a fiamma bassa, teniamo da parte un po’ di acqua di cottura. Amalgamiamo bene il tutto fino ad ottenere una consistenza cremosa, poi aggiungiamo la granella di pistacchi. Una manciata di prezzemolo tritato e impiattiamo. Quindi, non solo con gamberi e salmone, questa pasta è l’alternativa giusta se non vogliamo spendere troppo. Anche se siamo abituati a cucinare il calamaro soprattutto per le fritture, è davvero saporito anche in altre ricette. Possiamo marinarlo e grigliarlo, oppure farcirlo e cucinarlo al forno.

Approfondimento

Calamari al forno pronti in 15 minuti da leccarsi i baffi

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te