Non solo con formaggio o limone, ecco un metodo innovativo per cucinare gli agretti in maniera diversa dal solito

L’arrivo della primavera sicuramente permette anche ai detrattori di frutta e verdura di ampliare le proprie vedute culinarie. Infatti, questa stagione permette di portare in tavola delle alternative più saporite rispetto a quelle invernali. Esistono infatti poche persone a cui non piacciono gli asparagi, le fragole, le ciliegie oppure i porri. Però, un’altra varietà di ortaggio, che spesso ingolosisce anche i palati più difficili, sono gli agretti, detti anche “barbe di frate”. Questi sono generalmente serviti al naturale come contorno, spesso affiancati con delle uova o della carne. Oggi spieghiamo come condirli in maniera molto particolare. Infatti possono essere serviti non solo con formaggio o limone, ma con questi ingredienti che pochi si aspettano. Vediamo insieme in quale altro modo possiamo prepararli.

I metodi più gettonati per cuocerli

Gli agretti sono delle verdure molto benefiche sia per la salute che per la linea. Apportano infatti appena 40 calorie ogni 100 g e rappresentano delle ottime fonti di fibre e vitamine. Le prime, infatti, permetterebbero di avere un senso di sazietà più prolungato e di avere una maggiore facilità nel transito intestinale. La presenza delle seconde, invece, soprattutto di quelle del tipo A e C, permetterebbe di preservare al meglio i denti, le ossa e di mantenere alte le difese immunitarie.

L’ottimo sapore e la forma buffa di questi ortaggi li rende anche molto amati, non solo dagli adulti, ma anche dai bambini. Generalmente si portano in tavola dopo una breve bollitura e li si accompagna con poco sale, un giro di olio e una abbondante spruzzata di limone. C’è anche però chi li accompagna con dei pomodorini o chi li serve caldi con una abbondante dose di formaggio fuso.

Non solo con formaggio o limone, ecco un metodo innovativo per cucinare gli agretti in maniera diversa dal solito

Oggi però consigliamo un abbinamento molto originale che si ispira alle ricette francesi. L’ingrediente principale in questo caso è la senape in grani, da emulsionare con l’olio extravergine di oliva. La loro combinazione porterà dunque a una nota piccantina e saporita, che si sposerà alla perfezione con il gusto naturale delle barbe di frate. Se invece si volesse provare ad andare su un’accoppiata ancora più inedita, si potrebbero provare quelli “alla giapponese”.

Lettura consigliata

In pochissimi conoscono l’incredibile metodo per condire la macedonia di fragole con gusto e raffinatezza senza usare la panna montata o il limone

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te