Non solo cereali integrali, patate e pomodori contengono quest’importantissima sostanza capace di migliorare il metabolismo, ossigenare le arterie e prevenire le scottature

Il cibo è uno dei piaceri della vita. Allo stesso tempo, però, è anche la più grande fonte di energia per il nostro corpo. È attraverso di esso che acquisiamo i nutrienti necessari al corretto funzionamento dell’organismo e quindi al nostro benessere. Ecco perché mangiare in modo sano ed equilibrato è alla base della salute dell’essere umano.

Ogni cibo, poi, contiene sostanze diverse più o meno conosciute e benefiche come vitamine, sali minerali, antiossidanti, grassi, proteine etc. Nell’articolo di oggi ne scopriremo una dal nome insolito e di cui si sente parlare poco, pur rivestendo un ruolo importantissimo all’interno dell’organismo. Molti sono i cibi fonte di questa sostanza. Infatti, vedremo che non solo cereali integrali, patate e pomodori ne sono ricchi ma anche molti altri alimenti vegetali e animali.

Dunque, tra poco scopriremo per quale ragione non si può far a meno di questo elemento. Inoltre, vedremo quali cibi lo contengono e come cucinarli per mantenerne intatte le proprietà.

Non solo cereali integrali, patate e pomodori contengono quest’importantissima sostanza capace di migliorare il metabolismo, ossigenare le arterie e prevenire le scottature

Si chiama Paba o acido para-aminobenzoico, un aminoacido che costituirebbe la base per la sintesi dell’acido folico. Secondo gli studi effettuati dalla ricerca medica, il Paba avrebbe un ruolo importantissimo per il metabolismo proteico e sembrerebbe possa aumentare l’ossigenazione del sangue arterioso. Per questa ragione lo si trova spesso sotto forma di integratore associato ad altre sostanze.

Ancora, si è scoperto anche che l’acido para-aminobenzoico costituisce una parte importantissima nella sintesi della melanina, il pigmento presente nella nostra pelle. Ecco perché il Paba costituisce uno degli ingredienti più comuni nelle creme o nelle protezioni solari col fine di prevenire e trattare le scottature. Altri trattamenti che prevedono l’uso di questo acido sono quelli per la sclerodermia, l’infertilità femminile, la febbre reumatica e l’artrite.

In quali alimenti si trova

Gli alimenti vegetali dove l’acido para-aminobenzoico si trova in maggiori quantità sono i cereali integrali, il lievito di birra e la melassa. Anche le patate, le arachidi, i cavoli, la lattuga, i funghi e i pomodori ne contengono buone quantità. L’unico alimento di origine animale che ne contiene ottime quantità è il fegato. Purtroppo, il Paba è molto delicato ed è termolabile. Infatti, qualsiasi tipo di cottura ne distrugge la presenza. Pertanto, per essere sicuri di farne scorta bisognerebbe mangiare questi alimenti a crudo. Ad ogni modo, meglio chiedere al medico di fiducia nel caso si decidesse di prendere degli integratori a base di Paba.

Lettura consigliata

Attenzione perché questo frutto e questa verdura molto comuni potrebbero essere contaminati e nuocere alla nostra salute

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te