Non solo candele profumate, l’olio di frittura può trasformarsi in oro con questi utilizzi geniali

Chi butta l’olio dopo averlo adoperato per friggere si pentirà di averlo fatto fino ad oggi. Infatti, questo può rivelarsi un prezioso alleato in varie situazioni. È utilissimo per creare delle candele profumate con l’aggiunta della cera liquida e uno stoppino. Ma questo non è assolutamente l’unico modo. Vediamo quindi come fare a dare nuova vita all’olio avanzato.

Come va trattato prima dell’utilizzo

Dunque non solo candele profumate, l’olio di frittura si rivela anche un prezioso aiuto nella vita quotidiana. Per prima cosa, dopo aver finito di adoperarlo in cucina, dobbiamo attendere che l’olio si raffreddi. Poi filtrarlo per eliminare i residui del cibo che ha fritto. Quindi riempire con quello che resta un contenitore, preferibilmente in vetro. Questo materiale infatti non lascia passare l’aria. Dunque l’integrità del prodotto è garantita. Non adoperando l’olio fritto per usi alimentari, non è indispensabile che il barattolo sia scuro. La luce degrada, infatti, solo le sostanze nutritive contenute, ma non ne danneggia la parte grassa e viscosa. Ebbene questo olio si potrebbe utilizzare per lubrificare le attrezzature per il fai-da-te, ad esempio utilizzare come soluzione per chi ha il letto che cigola. Si può anche adoperare per avere una pelle luminosa e compatta, usandolo come idratante o post-depilazione per eliminare i residui della ceretta.

Non solo candele profumate, l’olio di frittura può trasformarsi in oro con questi utilizzi geniali

Sempre per il benessere personale, l’olio esausto può aiutarci a creare un sapone unico e profumato come preferiamo. Per questo avremmo bisogno di:

  • 300 g di sapone di Marsiglia neutro;
  • 250 ml di acqua distillata;
  • 15 ml di olio di frittura esausto filtrato;
  • 10 gocce di olio essenziale di nostra preferenza.

Quindi riduciamo in scaglie il sapone di Marsiglia e mettiamole a sciogliere a bagnomaria, girando. Poi bisogna aggiungere l’acqua. Alla fine unire l’olio di frittura e le gocce di olio essenziale che preferiamo. Lasciamo stiepidire. Quindi versiamo in stampini. Copriamo con la pellicola trasparente e lasciamo addensare per almeno 12 ore in un luogo fresco e asciutto. Passato questo tempo sformiamo le saponette ottenute. Quindi avvolgiamole nella pellicola per evitare che la superficie si indurisca e si secchi. Le saponette saranno completamente naturali e della fragranza di nostra preferenza. Non solo! Si potranno anche adoperare come profumatori di armadi e cassetti riponendoli avvolte nella carta velina.

Lettura Consigliata

Sbarazzarsi dell’odore di fritto nei capelli è un gioco da ragazzi con uno di questi 3 trucchetti furbi che solo i cuochi conoscono

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te