Non solo bomboloni ripieni e solite castagnole, questi strufoli umbri sono una vera goduria preparati così

Il profumo di un bel dolce appena sfornato è praticamente irresistibile. Solo annusandone il profumo nell’aria sentiamo subito l’acquolina in bocca. Per questo è difficile stare lontani da una ciambella ancora calda o una deliziosa crostata.

Ma sappiamo bene che fra i dolci più amati e golosi ci sono anche bomboloni e castagnole. Fanno parte di quelle preparazioni che prevedono anche la frittura. Forse l’unione più irresistibile che ci sia nella cucina italiana. Entrambi si possono consumare anche ripieni di crema pasticcera ma anche di nutella. Oppure si può gustare una soffice esplosione di bontà con i bomboloni alle mele.

La preparazione di questo genere di dolci nelle varie regioni è dedicata al Carnevale. Famosissime le zeppole o le frappe giganti romane. Ma viaggiando tra i piatti tipici del nostro Bel Paese si possono trovare delle vere e proprie chicche.

Non solo bomboloni ripieni e solite castagnole, questi strufoli umbri sono una vera goduria preparati così

Oggi vedremo come preparare gli strufoli umbri che in fin dei conti sono più simili alle castagnole. Non prevedono un ripieno ma una glassa veramente prelibata.

Ingredienti per 6 persone

  • 100 gr di farina 00;
  • 25 gr di zucchero semolato;
  • 15 ml di olio EVO;
  • 20 gr di liquore mistrà;
  • 3 gr di lievito in polvere;
  • 2 uova;
  • 1 limone;
  • 40 gr di miele d’acacia;
  • 40 gr di liquore alchermes;
  • olio di semi di arachide per friggere;

Procedimento:

  • Prepariamo prima la glassa mischiando l’alchermes con 20 ml di acqua;
  • In una ciotola rompiamo le uova, aggiungiamo l’olio EVO e il mistrà. Usiamo una frusta per amalgamare bene il tutto prima di aggiungere lo zucchero e la scorza di mezzo limone;
  • Uniamo poi la farina e il lievito e con lo sbattitore elettrico montiamo l’impasto. Continuiamo finché il composto non sarà denso e senza grumi. A quel punto copriamo con la pellicola alimentare e lasciamo riposare circa mezz’ora;
  • Versiamo abbondante olio di semi di arachide in una pentola alta. Aspettiamo che inizino a formarsi delle bollicine, usiamo un pezzettino di impasto per capire se la temperatura è giusta;
  • Creiamo con un cucchiaio delle palline più o meno delle stesse dimensioni. Aiutiamoci con le mani un po’ oleate per formarle meglio e tuffiamole nell’olio bollente. Usiamo una schiumarola per ruotarle e farle cuocere uniformemente. Basteranno pochi minuti e potremo scolarle subito;
  • Posizioniamo le palline del dolce su un foglio di carta assorbente per eliminare l’olio in eccesso. Trasferiamole ancora calde su un vassoio e irroriamole con la glassa all’alchermes. Completiamo con un filo di miele e serviamo.

Quindi, non solo bomboloni ripieni e solite castagnole, questi strufoli umbri sono una vera goduria preparati così. Questi dolci in genere si preparano a Carnevale, proprio come le chiacchiere. Ma nulla ci vieta di gustarceli anche in questo periodo.

Approfondimento

Che ghiottoneria questi panzerotti veloci e croccanti pronti in 10 minuti che non si aprono in cottura

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te