Non solo aglio e cipolla ma anche questi alimenti insospettabili provocano l’imbarazzante problema dell’alito cattivo

Si parla di alitosi o di alito cattivo in presenza di un odore poco gradevole che fuoriesce dalla bocca. È un problema fastidioso e invalidante che può colpire tutti. Spesso provoca disagio, influendo negativamente la vita sociale dei soggetti che ne sono affetti. Infatti, il diretto interessato non si accorge del problema, ma i soggetti attorno a lui spesso hanno difficoltà a stargli vicino.

Il problema dell’alito cattivo può dipendere da diverse cause. Se l’origine non è di natura patologica, cioè non dipende da una malattia, allora l’alitosi sarà la conseguenza di una cattiva igiene orale o di un’alimentazione sbagliata.

Non solo aglio e cipolla ma anche questi alimenti insospettabili provocano l’imbarazzante problema dell’alito cattivo

Prima abbiamo parlato di quanto sia importante una corretta igiene orale. Infatti, effettuare dei periodici controlli dal dentista e una pulizia dei denti è importante per ridurre o eliminare il problema. Ma anche l’alimentazione gioca un ruolo fondamentale. Ad esempio, aglio e cipolla sono due cibi dal sapore molto forte e possono accentuare o provocare il problema. Ma anche la caffeina rallenta la produzione della saliva, provocando l’aumento dei batteri e di conseguenza l’alito cattivo. Non dimentichiamo che alcune varietà di spezie potenziano l’azione dei batteri.

Ma facciamo attenzione, perché non solo aglio e cipolla ma anche questi alimenti insospettabili provocano l’imbarazzante problema dell’alito cattivo. Dobbiamo stare attenti a tutti quei cibi che contengono zuccheri. Questi sono molto nocivi per la salute della bocca. Infatti, gli zuccheri sono utilizzati per produrre gli acidi che attaccano lo smalto, riducono il PH sulla superficie del dente e provocano la carie. Evitiamo anche tutti quegli alimenti che hanno una prolungata permanenza all’interno della bocca o che potrebbero attaccarsi ai denti.

Quali sono le soluzioni da adottare

Come spiegato prima, una periodica pulizia dei denti e una corretta igiene orale dopo ogni pasto, sono delle ottime soluzioni per risolvere o prevenire il problema dell’alito cattivo. Ricordiamoci che bere molta acqua, non è fondamentale solo per dissetare il corpo, ma aiuta anche a pulire il cavo orale. Inoltre, in molti coltivano questa pianta aromatica sul balcone ma pochi sanno che è ottima per risolvere il problema fastidioso dell’alito cattivo.

Quando non c’è la possibilità di lavare i denti dopo i pasti, possiamo masticare delle gomme, naturalmente senza zucchero, per profumare la bocca. Anche una sana alimentazione composta da frutta, verdura e cereali, può aiutarci a prevenire e combattere l’alitosi. Queste sono delle semplici ma fondamentali regole che aiuteranno noi e gli altri.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te