Non si moltiplica per sette, ecco il vero metodo per contare l’età del cane secondo la scienza

Quando si decide di adottare il cane come animale d’affezione tutto cambia.

Volente o nolente, tutta la famiglia si adatta alle esigenze del piccolo o grande amico a quattro zampe. Dal cibo, alle passeggiate, al gioco e al riposo in casa. Il cane diventa immediatamente parte integrante del nucleo familiare. E dunque, conoscere la sua natura e le sue caratteristiche psico-fisiche è fondamentale per una buona convivenza.

Anche la consapevolezza dell’età dell’animale è importante per vivere al meglio il rapporto con lui, oltre che per avere sotto controllo dei dati oggettivi che potrebbero essere utili per proteggere la sua salute.

Ebbene, il classico metodo che moltiplica per sette ogni anno “umano” non è poi così corretto come ci hanno fatto credere.

Non si moltiplica per sette, ecco il vero metodo per contare l’età del cane secondo la scienza

“Ogni anno solare corrisponde a sette anni del vostro Fido” – dicevano molti esperti, eppure il calcolo sembra essere un errore colossale.
A mettere in discussione questa radicata abitudine, uno studio riportato su tutti i giornali e condotto dagli scienziati della University of California, San Diego.
Secondo la ricerca il sistema tradizionale di calcolo dell’età dei cani che moltiplica per sette gli anni umani è falso.

Un’affermazione confermata dallo studio che ha visto la partecipazione di 104 cani labrador.

Come calcolare l’età

Per i ricercatori, il logaritmo naturale (In) dell’età dei cani va moltiplicato per 16 e poi al risultato bisogna aggiungere 31.
Per calcolare il logaritmo naturale, quindi l’In, esistono molti tool gratuiti in rete. Basta cercare su Google “logaritmo naturale (In) dell’età dei cani”.
Una volta trovato il tool, apparirà una schermata che indica di inserire l’età del cane e di premere successivamente il tasto per calcolare automaticamente il logaritmo.
La cifra, poi, dovrà essere moltiplicata per 16 e al risultato sommare 31.

Ad esempio, un cane di 2 anni avrà un logaritmo naturale pari a 0,69. Con l’operazione 0.69×16+31= 42 si otterrà l’età umana dell’amico peloso.

Dunque, stando a questa ricerca, un cane di 2 anni ha un’età umana di 42 anni.
Mentre, un cane di 6 anni avrà un’età umana che corrisponde a 58 anni. E così via.

Gli esperti che hanno lavorato alla ricerca si sono basati sulla metilazione del DNA, ovvero, in parole povere, una modifica del DNA causata dall’invecchiamento.

Se “Non si moltiplica per sette, ecco il vero metodo per contare l’età del cane secondo la scienza” è stato utile ai Lettori, si consiglia anche “Perché non bisogna mai accarezzare la coda del cane, ecco il parere degli esperti”.

Consigliati per te