Non serve friggere ad aria perché con questo trucchetto avremo delle tradizionali patatine fritte dal cuore tenero e dal look croccante

Le patatine fritte sono un piatto top della cucina internazionale e non a caso amate in tutto il Mondo. Sono tanti i consigli per avere delle patatine dall’aspetto invitante e anche piacevoli da mangiare. Eppure pochi ne conoscono veramente il segreto della nonna per servire patatine perfette. Infatti, non serve friggere ad aria perché con questo trucchetto avremo delle tradizionali patatine fritte dal cuore tenero e dal look croccante.

Gli errori più comuni

Se vogliamo delle patatine croccanti bisogna tirar fuori un po’ di amido. Questo è il nemico numero uno della croccantezza. Infatti, l’amido quando si cucina si comporta come una specie di colla, per cui è fondamentale eliminarlo almeno in parte. Naturalmente non tutto altrimenti avremmo delle patatine solo croccanti e inconsistenti all’interno. Per eliminare l’amido in eccesso basta mettere le patatine in ammollo per un’ora in acqua fredda dopo averle tagliate.

Un altro errore comune è la scelta della patata sbagliata. Ci sono alcune patate che contengono più amido delle altre. Per delle patatine croccanti meglio scegliere le patate a pasta gialla. Anche la quantità di olio è importante per friggere questo piatto goloso. Per delle patatine dorate e croccanti dobbiamo aggiungere più olio nella padella, in modo tale che le patatine possano galleggiare.

Il tipo di olio che si usa non è secondario. La frittura deve raggiungere una temperatura elevata senza bruciare. Un olio ottimale per la frittura è quello di arachidi.

Una volta che l’olio ha raggiunto la giusta temperatura, è il momento di adagiare le patatine in padella.

Per sapere quando l’olio è della temperatura giusta utilizziamo il trucco della mollica di pane. L’errore in genere che si commette a questo punto è quello di gettare le patatine tutte insieme. Così facendo la temperatura dell’olio si abbassa subito, impedendo la frittura. La soluzione migliore è di mettere le patatine in padella poco per volta in modo tale che l’olio possa mantenere la sua giusta temperatura.

Non serve friggere ad aria perché con questo trucchetto avremo delle tradizionali patatine fritte dal cuore tenero e dal look croccante

Per avere delle patatine fritte dal cuore tenero e dall’aspetto croccante e dorato, il segreto c’è. È un segreto che fa parte della cucina francese e consiste nel cuocere le patatine ad una doppia temperatura.

Il primo passaggio consiste nel cuocere le patatine a fiamma media, che corrisponde ad una temperatura intorno ai 160°. Questa cottura permette al cuore della patatina di rimanere tenero dentro e allo stesso tempo di cuocersi. Poi si tolgono dalla padella e si lasciano scolare su della carta assorbente.

Finita questa prima frittura, si alza la fiamma per spostarla ad una temperatura di circa 190°. A questo punto, le patatine si rimettono in padella per dare la giusta doratura esterna che le fa diventare allo stesso tempo anche croccanti.

Con questi semplici accorgimenti avremmo ottenuto il massimo della croccantezza e della morbidezza per delle patatine che non passeranno affatto inosservate pronto.

Approfondimento

Pochi lo sanno ma questo è il modo migliore per friggere e risparmiare olio.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te